ISIS ultime notizie: salgono a 40 i civili morti a Mosul

ISIS

ISIS, sarebbero almeno 40 i civili morti a Mosul, accusati dai jihadisti di essere dei traditori ed infine impiccati ai lampioni.

A darne notizia è la BBC, che ha citato un comunicato dell’Onu. Le vittime sono state uccise lo scorso martedì e costrette ad indossare delle tute con la scritta “traditori e agenti dell’ISF” (forze di sicurezza irachene).

Secondo alcune fonti locali, riporta una notizia ANSA, le morti sarebbero state provocate su ordine di tribunali auto-nominati. Altre 20 persone sarebbero state uccise lo scorso mercoledì presso la base di Gabhat perché accusati di aver dato il via ad una fuga di notizie.

L’ONU ha espresso molta preoccupazione per il recente modus operandi dell’ISIS, che prevede l’uso di ragazzini per mettere in atto gli attacchi. In uno degli ultimi video ricevuti dalle autorità sono stati mostrati dei bambini mentre uccidevano quattro persone accusate di spionaggio.

Nel frattempo, continuano gli attacchi anche in Afghanistan, dove oggi sono stati uccise 4 persone. Altre 15 sono state gravemente ferite dall’esplosione alla base aerea americana di stanza a Bagram.

L’esercito americano ha in seguito confermato che l’attacco suicida ha provocato quattro morti. L’episodio è stato rivendicato da Zabidullah Mujahid, il portavoce dei talebani. L’uomo ha sostenuto di “aver ucciso un alto numero di soldati americani”.

In base alle ricostruzioni effettuate finora, sembra che il kamikaze si sia mescolato fra gli impiegati, riuscendo ad eludere la sorveglianza.

ANSA, 12 novembre.

Related posts

Leave a Comment