Chiara Poggi ultime notizie: di nuovo scontro con i legali di Alberto Stasi

ALBERTO STASI

CHIARA POGGI – Continua a tenere alta la tensione l’ultimo indizio emerso riguardo all’omicidio di Chiara Poggi. Negli ultimi giorni le pagine di cronaca hanno infatti risuonato dell’ultimo risultato del DNA ritrovato al di sotto delle unghie della vittima. A sollevare di nuovo tensioni e polemiche questa volta sono i legali della famiglia Poggi, che hanno contestato la validità delle indagini in corso su Andrea Sempio.

ALBERTO STASI
ALBERTO STASI

Giada Bocellari, uno degli avvocati difensori di Stasi, ha voluto rispondere alle contestazioni, sottolineando come le enalisi siano state effettuate su nove unghie di Chiara Poggi. Un numero quindi elevato per poter parlare di una possibile degradazione. Le stesse unghie inoltre sono state usate dal perito dell’accusa, durante le prime indagini. “Altrimenti ci sarebbe da chiedersi perché il professor De Stefano”, sottolinea la Bocellari, “si sia deciso a prelevare il Dna di Stasi per u confronto se l’interno materiale ungueale era stato cccompromesso. Si deve invece considerare unghia per unghia”.

L’avvocato quindi non nega la possibilità che il materiale genetico ritrovato su una delle unghie fosse degradato, ma che fosse integro su altre tre o quattro. “I picchi erano tanto alti che sono risultati perfettamente utilizzabili per un confronto”, ribadisce l’avvocato di Alberto Stasi, oggi detenuto nel carcere di Bollate con una condanna a 16 anni di reclusione.

Correlati

Leave a Comment