Superbike, risultati: come seguire la diretta dell’1 aprile 2017

Superbike, risultati e diretta 1 aprile 2017

SUPERBIKE, RISULTATI: COME SEGUIRE LA DIRETTA DELL’1 APRILE 2017 – Nella seconda gara del mondiale Superbike sul Chang International Circuit di Buriram in Thailandia, Jonathan Rea vince gara 1 e gara 2, e porta a 30 i punti di vantaggio in classifica su Chaz Davies, Melandri è quarto a 55 punti. La prossima gara si disputerà su circuito di Aragon in Spagna il prossimo 1 aprile 2017, la superpole e le gare saranno trasmesse su Italia 2 e Eurosport 1, in replica su Italia 1 HD nel primo pomeriggio.

Superbike, risultati e diretta 1 aprile 2017

In gara 1, già al quinto giro Jonathan Rea passa in testa e lo sarà fino al’ultima curva, in scia di Rea, Marco Melandri, che poi complice un piccolo errore, finirà alle spalle del compagno di squadra Chaz Davies. All’ultima curva lo stesso Melandri si fa superare anche da Tom Sykes, dovendo dire addio al gradino più basso del podio.

In gara 2, nel primo scampolo di gara Chaz Davies cade, incidente che lo costringerà alla sesta piazza finale, mentre Marco Melandri partito il pole grazie alla norma salva spettacolo introdotta quest’anno, arriverà terzo al traguardo dopo essere stato a lungo in scia del dominatore Jonathan Rea, e all’ultimo giro ha subito anche il sorpasso di Tom Sykes,

Con queste 2 vittorie Jonathan Rea raggiunge la 42° vittoria Mondiale, portandosi al quarto posto nella classifica dei plurivincitori di sempre, Carl Fogarty 59 trionfi,Troy Bayliss 52 trionfi e Noriyuki Haga 43 trionfi.

ARRIVO GARA 1 (20 giri, km 91,080): 1. Rea (Kawasaki) in 31’16″125; 2. Davies (Ducati) +6.279; 3. Sykes (Kawasaki) +8.165; 4. Melandri (Ducati) +8.239; 5. van der Mark (Yamaha) +11.384; 6. Lowes A. (Yamaha) +14.862; 7. Torres (BMW) +26.035; 8. Camier (MV Agusta) +31.755; 9. Hayden (Honda) +33.365; 10. Bradl (Honda) +35.208; 11. Fores (Ducati) +35.428; 12. Krummenacher (Kawasaki) +38.865; 13. Savadori (Aprilia) +39.869; 14. Reiterberger (BMW) +40″140; 15. Ramos (Kawasaki) +47″407; 16. De Angelis (Kawasaki) +57″203: 17. Russo (Yamaha); 18. Jezek (Kawasaki).

ARRIVO GARA 2 (16 giri, km 72,864): 1. Rea (Kawasaki) in 25’02″029; 2. Sykes (Kawasaki) +4.078; 3. Melandri (Ducati) +4.195; 4. Lowes A. (Yamaha) +10.005; 5. Torres (BMW) +14.733; 6. Davies (GB-Ducati) +16.952; 7. Hayden (Honda) +20.543; 8. Fores (Ducati) +24.283; 9. Ramos (Kawasaki) +24.864; 10. Reiterberger (BMW) +26.008; 11. De Angelis (Kawasaki) +27.599; 12. Russo (Yamaha) +34.800; 13. Jezek (Kawasaki) +47.090; 14. Badovini (Kawasaki) +47.895; 15. Laverty (Aprilia) +1.21.916.

MONDIALE (dopo 2 round su 13): 1. Rea punti 100; 2. Davies 70; 3. Sykes 62; 4. Lowes A. 49; 5. Melandri 45; 6. Fores 34; 7. Torres 29; 8. van der Mark 27; 9. Camier 27; 10. Hayden 21; 11. Laverty 15; 12. Reiterberger 15; 13. Ramos 13; 14. De Angelis 12; 15. Savadori 10; 16. Krummenacher 10; 17. Bradl 8; 18. Russo 4; 19. Brookes 4; 20. Jezek 3; 21. Badovini 2. COSTRUTTORI: 1. Kawasaki punti 100; 2. Ducati 86; 3. Yamaha 60; 4. BMW 32; 5. MV Agusta 27; 6. Honda 22; 7. Aprilia 19.

 

Related posts

Leave a Comment