Isabella Noventa, esclusivo: “La odiamo deve morire”, le parole del trio

Isabella Noventa

ISABELLA NOVENTA, ESCLUSIVO: “LA ODIAMO DEVE MORIRE”. LE PAROLE DEL TRIO – Importanti novità sul caso di Isabella Noventa, la segretaria di Albignasego scomparsa oltre un anno fa. Al centro ancora il trio diabolico accusato del suo omicidio ed ora in carcere. Freddi Sorgato, Debora Sorgato e Manuela Cacco avrebbero  organizzato il delitto fin nei minimi particolari ed alcuni indizi si troverebbero negli sms scambiati fra loro.

Isabella Noventa

L’esclusiva proviene da Giallo, il settimanale di approfondimento di cronaca italiana, che ha riportato alcuni stralci dei messaggi del trio di presunti assassini. Il processo per l’omicidio di Isabella Noventa avverrà il prossimo 9 maggio, dove verranno presentate le prove a carico degli indagati, fra cui anche i numerosi sms inviati dalla vittima.

“Per cortesia, potresti informare la tua sorellina e le vostre amichette che tu e io non stiamo più insieme?”

Così chiedeva la vittima in uno dei tanti messaggi, centinaia, migliaia. Grazie alle registrazioni delle telefonate fra Isabella e Freddy Sorgato, emerge un quadro chiaro che punta il dito verso la loro relazione. Al contrario di quanto affermato dall’autotrasportatore al momento della presunta scomparsa, il loro rapporto infatti era piuttosto burrascoso.

Ossessioni e gelosie, insulti, minacce, ma anche parole d’amore. Fino a che non entra in gioco la tabaccaia Manuela Cacco, con cui Freddy Sorgato avvia una relazione parallela. Le due donne entrano subito in contrasto e la Cacco cerca subito di screditare la rivale in amore agli occhi del suo amato.

“In accordo con Debora Sorgato – scrive Giallo – fa persino credere all’umo che Isabella sia invischiata in affari illeciti e che se resterà con lei finirà anche lui nei guai”.

Manuela Cacco gli riferisce inoltre che l’unico interesse di Isabella Noventa sono i suoi soldi. Per questo Freddy chiede l’intervento di un investigatore, in modo che la pedini e gli riveli la verità. Secondo gli inquirenti, fra il gennaio del 2014 e il maggio del 2015, ci sarebbero 40 sms particolarmente interessanti. Il testo fa intuire come la relazione fra i due sia libera, ma anche travagliata. Isabella, infatti, sottolinea alcuni particolari in un sms in particolare.

“Segui bene i tuoi interessi, la tua famiglia e il ballo. Quando sarai maturo, e solo allora, avrai la consapevolezza di valutare quello che negli anni avrai fatto per te e quello che avrai fatto per gli altri”

Il botta e risposta fra i due evidenzia una gelosia piuttosto forte da parte di entrambi.

“La tua schiena ha colpito l’attenzione ieri sera, d’altronde eri un incanto: sarai felice di riprendere la tua scena da prima donna.. Ti sei incontrata con la tua/o ospite ieri sera… Io sono onesto, non vado a Vicenza a bere aperitivi o mi incontro nei parcheggi di nascosto, tanto meno ho cugini o mariti di cugine che ti entrano in casa, per poi uscire verso le 3”

Nel settembre del 2015, Freddy Sorgato propone a Isabella Noventa di fare un viaggio insieme. La segretaria, tuttavia, scopre dell’esistenza di Manuela Cacco, che definisce “la tua signora“. Per questo gli dice di lasciarla perdere ed agli insulti dell’ex compagno – “zoccola“, “escort” – decide di non rispondergli. Per questo l’autotrasportatore si adira e riparte all’attacco.

Nelle settimane precedenti al delitto, Manuela Cacco e Freddy Sorgato si scambiano numerosi messaggi.

“A mani e piedi nudi, ma pur di non perderti sono disposta anche a questo”, scrive la tabaccaia, ” Ti amo troppo, sei l’amore della mia vita”

Una frase emblematica, che potrebbe racchiudere conferme sul delitto di Isabella Noventa. Una settimana prima dell’omicidio, Sorgato scrive infatti “Ti amo, porta pazienza ancora per poco...”. Il giorno di Natale, la Cacco affonda il colpo contro la rivale, augurandole tutto il male possibile.

“Chissà se crepa con tutto il male che fa”

In quei giorni, inoltre, sta pedinando Isabella proprio su richiesta di Freddy. Perché? Secondo gli inquirenti, questo dettaglio potrebbe far parte del piano omicida. La Cacco ha seguito la vittima per analizzare i suoi movimenti?

Related posts

Leave a Comment