Dear White People, recensione nuova serie Netflix: la discriminazione vista col sorriso

Dear White People

Dear White People, la nuova serie originale targata Netflix approda sul colosso del binge watching per parlare di discriminazione… col sorriso

Dear White People mantiene alto il livello di qualità registrato dalle serie originali Netflix. Dallo scorso 29 aprile, gli utenti italiani possono assistere alle avventure del nuovo show, firmato Justin Simien. Non di certo un’idea nuova, visto che è una rivisitazione dell’omonimo film dello stesso regista.

Al centro della trama di Dear White People, un gruppo di ragazzi afroamericani alle prese con la difficile presenza in un college a maggioranza bianca. Il focus maggiore sarà su Samantha White, interpretata da Logan Browning, che vestirà i panni di una ragazza afroamericana. Samantha è quella che si definisce una vittima seriale, sempre convinta che i bianchi le riservino atteggiamenti razzisti.

Dear White People va tuttavia oltre il semplice tema del razzismo e guarda ad ampio raggio le discriminazioni in generale. Il personaggio di DeRon Horton, il giovane giornalista Lionel, affronta infatti il tema dell’omosessualità e del coming out fra adolescenti. Brandon P. Bell assume invece il ruolo di Troy Fairbanks, il classico macho pieno di donne che non esita a cambiare avventura femminile pur di collezionare trofei. Ognuno dei protagonisti di Dear White People parla di luoghi comuni e indifferenza, ma anche il risvolto della medaglia. Quella che ci mostra le contraddizioni dei discriminati stessi, nella difficile lotta con la coerenza di se stessi.

Dear White People è alla fine l’ideale per una serata con gli amici e per riflettere sulle grandi tematiche della vita, rimanendo comunque su toni leggeri. La serie Tv di Netflix è stata accolta con entusiasmo dalla critica, grazie ai suoi 10 episodi da 30 minuti ciascuno. Secondo The Hollywood Reporter, infatti, lo show è una satira sulle relazioni razziali, mentre per Rotten Tomatoes è “provocante e attuale“.

Related posts

Leave a Comment