Massimo Bossetti ultime notizie, il cognato: “Non ammetteranno mai l’errore”

quarto grado anticipazioni

Massimo Bossetti continua a cavalcare le pagine di cronaca e dopo diversi anni di silenzio, la famiglia del muratore inizia ad esporsi. La madre e la sorella di Bossetti sono infatti intervenute al Maurizio Costanzo Show, mentre Quarto Grado intervisterà il cognato in occasione della puntata del 19 maggio. 


Massimo Bossetti si dovrà sottoporre al processo d’appello il prossimo 30 giugno, per rispondere dell’accusa d’omicidio di Yara Gambirasio. La condanna all’ergastolo è arrivata grazie alla sentenza di primo grado, ma la difesa è intenzionata ad opporsi. Durante la puntata del 19 maggio, Quarto Grado manda in onda un’intervista al cognato Agostino Comi. Si tratta del fratello di Marita Comi, moglie del muratore di Mapello.

L’inviato di Quarto Grado Giorgio Sturlese Tosi ha avuto modo di parlare a lungo con Agostino Comi. Quest’ultimo conosce Massimo Bossetti fin dall’inizio della sua relazione con la sorella Marita ed afferma di essere stato come una sorta di confidente per il muratore. Di seguito alcuni stralci dell’intervista, estrapolati dal comunicato stampa del programma di Rete 4.

“Negli interrogatori che mi facevano, io dicevo come conoscevo Massimo, ma loro sembrava volessero che dicessi tutt’altro. Dicevo: ‘Scusate, ci ho parlato fino a ieri, è una vita che lo conosco, non è come dite voi'”

In seguito all’arresto di Massimo Bossetti sarebbero state diffuse diverse notizie sul suo conto, molte delle quali esasperate. Le stesse, ricorda il giornalista, sono state ridimensionate in sede di dibattito.

“Non hanno trovato niente a cui appigliarsi, per cui dovevano creare qualcosa per forza… l’unica cosa era quella goccia lì, che assomiglia al suo DNA a quanto mi sembra… perché c’è un sacco di dubbi anche lì”

Agostino Comi esclude in modo totale che Massimo Bossetti possa aver mentito in tanti anni di conoscenza. Il giorno seguente alla sera in cui è scomparsa Yara Gambirasio inoltre, i due familiari si sarebbero incontrati. In merito al DNA il cognato del muratore si mostra incerto sull’esito. Pensa, riferisce, che possa esserci stato un errore umano e che a fronte di tanti soldi spesi per le analisi, sia ora troppo difficile ammettere la verità. Massimo Bossetti sarebbe diventato quindi il perfetto capro espiatorio. In occasione dell’appello, la famiglia del muratore intende inoltre chiedere la famosa perizia.

“Quello è il minimo, con tutte le cose che non vanno. A loro non interessa a quanto vedo… con tutto il lavoro che hanno fatto i nostri avvocati, almeno quella… almeno!”

Agostino Comi non esclude tuttavia di cambiare idea nel caso in cui la perizia dovesse confermare che il DNA rilevato sugli indumenti intimi di Yara Gambirasio corrisponda a quello del cognato.

Related posts

Leave a Comment