Dario Argento a Domenica In: “So chi è il regista italiano che ha molestato Asia” | Video

Dario Argento a Domenica In

DOMENICA IN: LA VIDEO REPLICA DELL’INTERVISTA DI DARIO ARGENTO

Dario Argento ha rilasciato una lunga intervista a Cristina Parodi, nel salotto di Domenica In. Il regista ha parlato delle vicende che hanno travolto la figlia Asia, in merito al caso Weinstein. Il grande cineasta ha affermato di conoscere nei dettagli ciò che è accaduto alla figlia, ma di averlo scoperto soltanto poco prima che uscisse la famosa inchiesta del “New Yorker”.

Asia Argento aveva chiamato il padre per avvisarlo di ciò che sarebbe accaduto. L’attrice non era mai riuscita a confessargli le molestie subite dal produttore Harvey Weinstein all’epoca della loro relazione. Nell’ospitata a Domenica In, il maestro del brivido inoltre ha dichiarato di conoscere il nome del regista italiano, che tentò un approccio con la figlia quando aveva appena 16 anni.

Cosa faresti se lo incontrassi?, gli ha domandato Cristina Parodi. Dario Argento pensa che gliene direbbe quattro, se capitasse l’occasione. Mentre su Weinstein è convinto che si sia chiuso nella clinica di riabilitazione negli Stati Uniti per evitare di essere arrestato. Nonostante tutto, il regista resta del parere che presto per il grande produttore scatteranno le manette.

Dario Argento: “Asia teme per i suoi figli”

Sembra che l’attrice sia piuttosto provata dalla triste vicenda. Dario Argento ammette di essere preoccupato per lei. La donna è infatti andata all’estero per fuggire dalle polemiche che l’hanno investita in Italia e anche per proteggere i figli da eventuali vendette. In ogni caso, lui è fiducioso sul fatto che Asia possa riprendersi presto dalla triste vicenda.

“Lei è molto brava. Ho sempre pensato che avrebbe potuto vincere il Premio Oscar, ma so che non ha mai abbandonato i suoi sogni”.

Sono queste le parole con cui il regista horror ha chiuso il suo intervento a Domenica In. Vuoi rivedere la video replica di Domenica In e l’intervista a Dario Argento? Clicca qui per accedere ai contenuti di RaiPlay.

Related posts

Leave a Comment