Figli autistici a Le Iene, le storie di Damiano e Simone | VIDEO

Blue Whale - Le Iene

FIGLI AUTISTICI, LA STORIA DI DAMIANO E SIMONE A LE IENE

Le Iene affronta nella sua prima serata di martedì, 14 novembre 2017, il tema scottante dell’autismo. Per parlare di una malattia che colpisce tante persone in Italia e nel mondo, il programma di Italia 1 fa perno sulla vita di due ragazzi e delle rispettive famiglie.

Damiano è un ragazzone che abita a Roma con la madre, che ha dovuto abbandonare il lavoro per poter accudire il figlio. L’autismo gli è stato diagnosticato quando aveva appena 3 anni e mezzo e da allora Damiano è diventato tutto il suo mondo. Fra difficoltà e ostacoli, il sorriso non manca mai. I due infatti trascorrono tutto il loro tempo insieme e di offese e accuse ne hanno ricevute davvero tante. Come i no, che sono arrivate a centinaia e migliaia. I ragazzi autistici comportano infatti diverse attenzioni, come l’assistenza a casa e specializzata. Il problema per la madre di Damiano è proprio questo, perché gli operatori che le sono stati inviati in tanti anni erano tutti stranieri. La domanda principale però a cui deve rispondere riguarda che cosa succederà al figlio una volta che lei non ci sarà più.

Una domanda che si pongono anche Gino e Roberta, i genitori di Simone. Anche in questo caso l’autismo è stato diagnosticato quando il ragazzo era molto piccolo. Simone ha una forma grave della malattia che lo porta anche ad avere un comportamento particolare. Si spoglia e si lava diverse volte al giorno e non hanno importanza tutte le persone che in quel momento possano stare nella stessa stanza con lui. Gino racconta infatti a Le Iene diversi episodi in cui Simone si è spogliato in luoghi pubblici, come centri commerciali e piazze. Anche i due genitori di Simone raccontano a Le Iene che il vero problema è capire quale sarà il destino del ragazzo una volta che loro non ci sarnano più.

La soluzione sottolineata da Le Iene ed a cui stanno collaborando le famiglie di Damiano e Simone riguarda un progetto particolare. Una casa famiglia ideata da genitori di ragazzi autistici e supportata da personale specializzato. L’iniziativa, spiegata sul sito ufficiale ararisorseautismo.it, prevede infatti di dare una risposta a quella domanda a cui il servizio sanitario italiano ancora non provvede e che riguarda da vicino tutti gli italiani. Trovi a questo indirizzo il video con il servizio de Le Iene intitolato “Figli autistici”.

Related posts

Leave a Comment