Parentopoli alla CISL? Le Iene indagano su Napoli | VIDEO

SCANDALO PARENTOPOLI ALLA CISL? LE IENE INDAGANO 

Le Iene hanno ricevuto una segnalazione sullo scandalo parentopoli che coinvolgerebbe la CISL di Napoli. Una donna ha denunciato infatti la presenza di favoritismi da parte dei dirigenti del sindacato, che sarebbero soliti procurare posizioni vantaggiose a figli e parenti. L’inviato de Le Iene ha intervistato diversi dirigenti della CISl, che tuttavia negano tutto. Salvatore Improta in particolare si rende protagonista di una contestazione oltre al limite, soprattutto quando gli viene chiesto come mai il figlio abbia ottenuto un posto di lavoro particolare alla cassa edile.

Le Iene non ricevono molte delle risposte ed i dirigenti cercano in tutti i modi di non parlare. Sottolineano però tutti di fare gli interessi dei lavoratori, anche se posti di fronte al “problema” del codice etico, che prevede l’imparzialità da parte dei dirigenti degli enti bilaterali. Il rischio, sottolinea Il Presidente della cassa edile di Napoli, che tocca ai singoli non fare i propri interessi e di mettere al primo posto i lavoratori. Il Segretario della Filca Cisl Campania Giovanni D’Ambrosio sottolinea infatti che i dirigenti del sindacato sono stati scelti in base alla professionalità degli stessi. Anzi, accusa Le Iene di un’interpretazione dell’articolo 15 del codice etico della CISL.

L’inghippo è subito svelato: il codice non menziona infatti terzi enti. In più c’è il limite del 15% del totale dei lavoratori della cassa edile, ovvero di cinque lavoratori sui trenta totali. Esattamente il numero di dipendenti con un legame di parentela con i dirigenti della CISL, assunti dalla cassa edile di Napoli. Di seguito il link al servizio de Le Iene sullo scandalo parentopoli.

Related posts

Leave a Comment