Scacco al pedofilo, il servizio di Nadia Toffa a Le Iene | VIDEO

PEDOFILIA E MINORENNI ADESCATE SU INTERNET, IL SERVIZIO DE LE IENE

Nadia Toffa e Le Iene parlano di pedofilia e della nuova frontiera online dei predatori di minorenni. L’inviata illustra infatti nel servizio trasmesso il 10 dicembre quanto sia semplice per i pedofili mettersi in contatto con le future vittime: siti raggiungibili in modo semplice, alla luce del sole. Grazie ad una complice, Le Iene entrano in contatto con un certo Paul (nickname), che chiede di vedere in webcam la 12enne.

Il secondo step del pedofilo è richiedere un contatto su Skype alla minorenne, in cui cerca di capire che tipo di persona sia. Le fa infatti domande sulla presenza dei genitori in casa, se abbia visto oppure no di persona chi ha conosciuto su internet. Dopo diverse interazioni, Paul richiede di poter vedere la 12enne via video, affermando di essere un supplente. Per l’inviata de Le Iene è chiaro che le domande del pedofilo siano utili per tracciare un profilo della preda.

Lo step successivo è incuriosire la ragazzina, portandola a parlare delle sue esperienze con i maschi, fino ad arrivare a mostrarsi nudo. Come sottolineano Le Iene, negli ultimi tre anni le statistiche dimostrano un aumento del 20% dell’adescamento di minorenni da parte di pedofili. L’esperimento della Toffa è andato avanti, mostrando come altri tipi di pedofili vanno diretti al sodo, molto probabilmente per cercare velocemente una vittima che possa accettare le sue richieste.

In un secondo momento, la complice de Le Iene (in realtà è maggiorenne, ndr) incontra il pedofilo in un luogo pubblico con la scusa di una gita a Roma. La Toffa li segue a breve distanza ed infine lo affronta, facendogli presente che le sue azioni non sono legali e dimostrano la presenza di una patologia. Nei minuti successivi, il 40enne in questione parla di come la sua vita sia difficile e di come voglia risolvere i propri problemi relazionali, grazie all’aiuto di una psicologa con cui Le Iene lo hanno messo in contatto. Clicca qui per rivedere il video con il servizio de Le Iene non appena disponibile. 

Correlati

Leave a Comment