I delitti del BarLume su Tv8 dal 20 dicembre | Anticipazioni

I delitti del Barlume

I delitti del BarLume in chiaro e in prima tv: due episodi imperdibili

Nella prima serata di Tv8 del 20 dicembre 2017, andrà in onda in prima Tv la prima puntata de I delitti del BarLume. L’appuntamento con le nuove storie tratte dai romanzi gialli di Marco Malvaldi raddoppia grazie alla mesa in onda del 27 dicembre. Nel primo episodio andrà in onda Aria di mare, ispirato al racconto dello scrittore Aria di montagna. Nel secondo episodio al centro della trama ci sarà invece La Loggia del Cinghiale, ispirato a Il Capodanno del Cinghiale.

La serie tv ritornerà a Pineta, la cittadina fra Livorno e Pisa già protagonista delle precedenti stagioni, dove ritroveremo il protagonista Filippo Timi. Ancora una volta l’attore rivestirà i panni di Massimo, il barista detective che assieme a Vittoria Fusco, interpretata da Lucia Mascino, cercherà di risolvere misteri e delitti. Non mancheranno inoltre gli altri volti noti del cast, da Enrica Guidi, che abbiamo conosciuto come la cameriera Tiziana, fino a Emo (Alessandro Benvenuti), Pilade (Atos Davini), Aldo (Massimo Paganelli) e Gino (Marcello Marziali), i pensionati detective. Due new entry per le nuove storie: Mara Maionchi sarà una parrucchiera del BarLume che al fianco della psicoterapeuta interpretata da Piera Degli Espositi aiuterà il protagonista a risolvere il caso.

Sinossi Aria di Mare, il primo episodio di BarLume

Il Barlume porta ancora i segni della furia distruttiva di Tiziana, i clienti scarseggiano, i debiti aumentano e a Massimo non resta che affogare i brutti pensieri nell’uso e abuso di alcol e psicofarmaci. Anche la Fusco non se la passa meglio: rimpiazzata dall’ottuso commissario Tassone, si trova a gestire l’ufficio degli oggetti smarriti per il casino che ha combinato l’estate prima. Ma quando viene ritrovato il corpo di una collega di Tiziana, nel magazzino di riforniture dove la ragazza è andata a lavorare, la Fusco vede la possibilità di riscattarsi e si dà da fare per risolvere il caso per prima.  Al suo fianco ci sarà ancora una volta Massimo, che grazie a una delle sue brillanti intuizioni, capirà che per trovare l’assassino dovranno prima sciogliere il mistero sulla reale identità della vittima, mistero che sembra essere legato alla presenza in paese del celebre pianista cieco De Matteis, con il quale i vecchini hanno ingaggiato una battaglia di scherzi e vendette all’ultimo sangue.

Secondo episodio di BarLume, La loggia del Cinghiale

Nonostante tutti gli antidepressivi che ingurgita, Massimo è sempre più a terra e ossessionato dal pensiero della Tizi, ormai irraggiungibile. Per tirarlo su, i vecchini lo trascinano in un addio al celibato buffo e delirante organizzato dalla Loggia del Cinghiale, una banda di buontemponi di cui i quattro fanno parte. Peccato però che ci scappi il morto e tutti finiscano al commissariato. L’assassino non può che essere uno dei partecipanti alla festa, ma chi?  La Fusco non vuole crederci ma più va avanti nella ricostruzione della serata più si rende conto che il maggior indiziato è proprio Massimo che, per colpa di un cocktail micidiale di alcol e antidepressivi non ricorda più niente. Sarà solo grazie a intuizioni improvvise, racconti strampalati, battibecchi con Tiziana e tracolli d’autostima, che Massimo riuscirà a ripescare dalla memoria tutte le tessere del puzzle e a ricomporre la sua innocenza. Ma nulla potrà contro Tiziana, che con un colpo di scena finale gli servirà la peggiore delle vendette.

Related posts

Leave a Comment