Maria Ungureanu, ultime notizie: i Ciocan sono colpevoli? | Chi l’ha visto

maria ungureanu chi l'ha visto

Maria Ungureanu, morta dopo essere stata violentata: chi l’ha uccisa? Il caso a Chi l’ha visto

Chi l’ha visto ritorna a parlare del giallo sulla morte di Maria Ungureanu, la bambina ritrovata priva di vita lo scorso 19 giugno in un resort di San Salvatore Telesino. Una morte raccapricciante, come lo sono gli anni vissuti dalla giovane vittima. Il medico legale infatti ha stabilito durante l’autopsia che la bambina veniva sottoposta da tempo a pratiche sessuali dolorose, che aveva perso la verginità molto tempo prima del decesso. A riaccendere i dubbi su cosa possa essere successo quel giorno sono tuttavia delle intercettazioni che riguardano i genitori della piccola.

Maria Ungureanu esce quel giorno di casa per andare in chiesa, per assistere alla processione. L’evento religioso tuttavia viene interrotto dal maltempo e così decide di ritornare a casa. Lo riferisce agli amici presenti sul posto, ma raggiunge invece casa di Dianiele Ciocan. L’indagato riferisce infatti di essere stato chiamato dalla bambina per via di alcuni problemi con la compagnetta.

Il corpo di Maria Ungureanu verrà ritrovato molte ore più tardi dalla titolare di un pub agriturismo di San Salvatore Telesino. Senza vestiti, annegata nell’acqua della piscina del resort. Secondo le ricostruzioni degli investigatori, ad ucciderla sarebbero stati Daniel Ciocan e la sorella, che di contro si sono sempre dichiarati innocenti. Il tribunale del riesame ribalta tutto, soprattutto quando l’autopsia conferma che la bambina di 9 anni subiva abusi già da mesi prima della sua morte.

Quella sera tra l’altro non ci sarebbero alcune tracce dei fratelli Ciocan sul luogo del crimine. In casa del padre di Maria Ungureanu vengono invece ritrovate delle tracce biologiche su una copertina ed una maglietta della bimba, riconducibili al genitore. L’avvocato della famiglia della vittima sottolinea invece che l’indumento fosse della madre, come stabilito dai RIS. La copertina invece si sarebbe trovata spesso sul letto dei genitori.

“Finiamo in carcere tutti e due. Noi siamo colpevoli, noi sappiamo il perché”. 

Esiste tuttavia un’intercettazione su Marius Ungureanu, il padre della piccola. In quell’occasione i due genitori parlano al legale confermando che l’indumento è in realtà della madre. Secondo gli inquirenti, la bambina sarebbe inoltre entrata da sola in piscina, per via dei vestiti accuratamente ripiegati ai bordi. Chi l’ha visto sottolinea tuttavia un particolare. Se la morte di Maria è riconducibile ad un incidente, chi l’ha violentata?

Correlati

Leave a Comment