Pasquale Martiniello, a 9 anni di distanza nessuna svolta? | Chi l’ha visto

Chi l'ha visto

Pasquale Martiniello, ucciso a colpi di fucile: il caso a Chi l’ha visto

Continua a rimanere un mistero la morte di Pasquale Martiniello, l’imprenditore di 48 anni ucciso nelle vicinanze del lago da pesca sportiva di Calore di Mirabella Eclano a colpi di fucilate. Sono trascorsi oltre nove anni da quel tragico giorno e le indagini non hanno portato a nessuna pista significativa. Chi l’ha visto è ritornato ad occuparsi del caso nel corso della puntata del 24 gennaio 2018, ma sembrano non esserci nuovi elementi. Il figlio Mario Martiniello intanto continua a chiedere giustizia, soprattutto perché le indagini sarebbero state condotte in fretta ed in modo approssimativo.

Il figlio di Pasquale Martiniello aveva già fatto leva su Chi l’ha visto per lanciare un appello, in cui ha voluto sottolineare come sia impensabile che un caso così atroce venga archiviato. Non dopo centinaia di interrogatori ed un nulla di fatto. “Noi parenti abbiamo rischiato di passare per carnefici, invece siamo vittime di una giustizia malata che in questo caso non ha fatto il suo corso”, ha evidenziato all’epoca. La famiglia di Pasquale Martiniello è stata infatti interrogata a lungo. Gli inquirenti hanno scavato nel passato della famiglia, nei suo intrecci e segreti. Si è cercato anche fra le amicizie della vittima, alla ricerca di un nome che potesse dare un volto al suo killer.

Il dolore di Mario riguarda anche questo, il fatto che chi ha ucciso il padre sia rimasto impunito così a lungo. Il genitore era una persona molto tranquilla, aveva riferito anni addietro a Chi l’ha visto, onesto e lavoratore. L’appello al presidente Mattarella non ha prodotto l’esito sperato: il caso è stato archiviato nel novembre dell’anno scorso. Ma anche questo non è servito a spezzare il desiderio della famiglia di Pasquale di scoprire la verità.

Correlati

Leave a Comment