Luciana Fantato rapita da un conoscente? | Chi l’ha visto

Andrea fantato

Luciana Fantato, ultime notizie a Chi l’ha visto: il mistero della seconda casa

Chi l’ha visto si occupa ancora una volta della scomparsa di Luciana Fantato, la donna di Gambolò scomparsa da diversi mesi. Sembra che una delle ultime notizie riguardi alcune carte che la donna avrebbe firmato alla figlia Marta, riguardo alla seconda casa della donna. La stessa che alcuni anni fa è stato ucciso un marocchino per mano di un fidanzato di Marta, un sinti. Il programma di Rai 3 ha intervistato inoltre Andrea, la figlia della sorella di Luciana Fantato. La donna infatti aveva riferito ai familiari che si sarebbe allontanata per qualche giorno per andare a trovare la sorella.

Chi l’ha visto invece mette l’accento su un altro evento, delle carte che la donna avrebbe firmato alla figlia perché potesse prendere la residenza nella seconda casa. Proprio in base a quanto accaduto in passato, secondo Pierino la moglie non avrebbe mai accettato di firmare quei documenti. Marta invece ha depositato tutto un mese dopo la scomparsa di Luciana Fantato, portando in comune tutte le carte. Rimangono ancora molti dubbi sulla scomparsa della donna, mentre in paese si mormora riguardo ad una possibile colpevolezza di Pierino. Il marito è visto di cattivo occhio anche dai figli, che lo hanno sempre ritenuto responsabile della crisi della madre. La donna infatti ha scritto una lettera prima di uscire di casa, con alcune parole molto pesanti dirette al marito.

Chi l’ha visto ha infatti mostrato spesso lo scritto di Luciana Fantato, in cui manifesta la propria sofferenza. Si augura che Pierino possa essere picchiato da qualcuno, accusandolo di non aver mai avuto una parola gentile verso nessuno dei familiari. La conduttrice di Chi l’ha visto ha chiesto inoltre all’uomo perché abbia denunciato la scomparsa della moglie come allontanamento volontario e non come possibile aggressione oppure omicidio. Nel corso della puntata, emerge inoltre che sarebbe stato lo stesso Pierino, tempo addietro, a richiedere alla moglie di scrivere un biglietto simile a Marta, nell’eventualità che le potesse succedere qualcosa.

Correlati

Leave a Comment