Amore Criminale: Video replica, Mariella e Laura | 4 febbraio

amore criminale

Amore Criminale, riassunto e replica del 4 febbraio: Laura Tangherlini e Mariella Cimò

Amore Criminale è ritornato nella prima serata di Rai 3 di domenica, 4 febbraio 2018, con due nuove storie. In apertura, Matilde D’Errico ha intervistato la giornalista Laura Tangherlini, mentre Veronica Pivetti ha raccontato la tragedia di Mariella Cimò grazie alla tecnica della docufiction. Due storie importanti e dall’esito diverso: la giornalista è infatti riuscita a sfuggire al suo aguzzino, mentre per la 72enne non c’è stato nulla da fare.

Amore Criminale intervista Laura Tangherlini per via delle sue recenti rivelazioni. Alcuni mesi fa la giornalista di RaiNews24 ha infatti svelato con un post su Facebook di essere stata vittima di un amore malato per tre lunghi anni. Un periodo significativo che l’ha portata a cadere in un baratro apparentemente senza fine e da cui è riuscita a risollevarsi grazie ad un istinto inaspettato. Tutto inizia infatti quando Laura Tangherlini raggiunge il Libano per lavoro ed incontra lui, un cristiano maronita che assomiglia molto a Raz Degan. Bello e impossibile, dai modi gentili e passionali, riesce a far credere alla donna di esserne perdutamente innamorato.

Non tarderà molto prima che Laura Tangherlini capisca che in realtà c’è molto di più, ma l’arte manipolatoria del libanese è tale che non riesce a dividere in modo netto i suoi modi netti dai gesti gentili. Botte, insulti, circuizione: tutte tecniche che l’uomo userà per costringerla a non lasciarlo e per assicurarsi che rimanga in silenzio. E non solo, perché riuscirà a farle credere di essere lei la responsabile di tutto quello che le sta accadendo. Ad Amore Criminale, Laura Tangherlini racconta la propria tragedia, terminata tuttavia con una svolta: l’amore del suo attuale marito e la consapevolezza di non aver fatto nulla per meritare tanta violenza.

La seconda storia di Amore Criminale riguarda l’omicidio di Mariella Cimò, una 72enne siciliana scomparsa nel nulla nell’agosto del 2011. Con una forte passione per gli animali e senza figli, la donna ha dedicato tutta la sua vita ai 19 cani e 40 gatti che ha deciso di accogliere nella sua villa di San Gregorio di Catania. Negli ultimi 43 anni ha condiviso inoltre il tetto con Salvatore Di Grazia, l’uomo che ha deciso di sposare. Quel giorno di agosto, Mariella Cimò scompare nel nulla e di lei non si avrà più alcuna notizia. Il marito, adesso 80enne, riferirà ai nipoti della donna che si trova all’esterno, inventando mille scuse sul perché non possa rispondere al telefono.

Non trascorreranno molti mesi prima che gli inquirenti stringano il cerchio proprio attorno a Salvatore Di Grazia, che viene accusato di omicidio e occultamento di cadavere. A suo carico ci sono però solo prove indiziarie, dato che il corpo di Mariella Cimò non verrà mai ritrovato. Secondo la ricostruzione di Amore Criminale, la coppia aveva un rapporto fatto di forti litigi, soprattutto per motivi economici. Mariella infatti ha deciso di vendere un autolavaggio di sua proprietà che gestisce il marito e che l’uomo usa in realtà per incontrare le sue numerose amanti. Sarebbe stata quindi questa la scintilla a far scattare il piano omicida, spingendo Salvatore Di Grazia ad uccidere Mariella Cimò.

Convinto di essere al sicuro proprio per l’assenza del cadavere, l’80enne si lascerà sfuggire in cella una frase importante, con cui verrà incastrato. Un riferimento alla morte della moglie, che sommato alle 43 prove indiziarie lo porteranno fino al verdetto di colpevolezza. Dalle telecamere della videosorveglianza poste nelle vicinanze, si intravede infatti Di Grazia uscire ed entrare dalla villa cinque volte ed infine caricare sul tettuccio della propria auto una vasca molto capiente. L’oggetto sarebbe stato usato secondo l’accusa per disciogliere nell’acido il corpo di Mariella Cimò ed eliminare ogni possibile traccia. La stessa vasca tuttavia non è mai stata ritrovata, trasportata altrove o forse distrutta.

Come rivedere la puntata di Amore Criminale in replica

La puntata di Amore Criminale del 4 febbraio 2018 è accessibile in replica grazie al portale di Raiplay. I telespettatori potranno usufruire del portale ufficiale dell’emittente e rivedere il video con la storia di Mariella Cimò e Laura Tangherlini, posto all’interno dello spazio dedicato al programma di Rai 3. Nella stessa sezione sono disponibili inoltre tutti gli episodi dell’edizione di quest’anno e delle precedenti.

Correlati

Leave a Comment