Il caso di Jessica Valentina Faoro a Chi l’ha visto: la dinamica

Jessica Valentina Faoro, un omicidio pieno di punti interrogativi: il caso a Chi l’ha visto

Chi l’ha visto approfondisce nella fase iniziale della sua puntata del 14 febbraio 2018 il terribile caso di Jessica Valentina Faoro. La 19enne è stata uccisa nei giorni scorsi a Milano in via Brioschi, dal 40enne Alessandro Garlaschi. I due si sarebbero conosciuti infatti per via del lavoro che il tranviere milanese ha offerto alla ragazza. Durante i primi contatti, il reo confesso avrebbe inoltre riferito alla vittima di convivere con la sorella, in realtà la moglie. Nei giorni seguenti al primo incontro, il milanese avrebbe fatto diverse avance alla ragazza. Jessica Valentina Faoro aveva infatti già richiesto l’intervento delle autorità nei giorni precedenti, parlando di un particolare episodio. Avrebbe sorpreso Garlaschi mentre la accarezzava nel sonno. Tuttavia Jessica ha deciso di rimanere in quella casa, che presto diventerà la sua tomba.

Chi l’ha visto ha approfondito in particolare la prima telefonata fatta da Alessandro Garlaschi al 118, in cui parla di una lite finita male. A suo dire Jessica lo avrebbe colpito ad entrambe le mani, ma sarebbe riuscito a prenderle il coltello ed a colpirla allo stomaco. Parla infatti di una parte di organo fuoriuscita a causa della coltellata. Qual è il ruolo della moglie in tutto questo? Al momento del delitto la donna si trovava a casa della suocera, dove l’ha accompagnata Garlaschi subito prima di rientrare a casa. Agli inquirenti tuttavia riferirà che il marito è stato colpito dall’infermiera che gli faceva l’insulina, un particolare strano se si pensa che Jessica si occupava in realtà delle faccende domestiche.

Alessandro Garlaschi inoltre non è sconosciuto alle autorità, visto che una collega della sua stessa azienda l’ha denunciato tempo prima, forse per stalking. La conduttrice di Chi l’ha visto sottolinea inoltre che il tranviere era noto per attirare le ragazze con la scusa delle faccende domestiche e che le sue intenzioni fossero altre. Il collega Pasquale Scalese rivela infatti alle telecamere di Rai 3 che in qualche occasione il reo confesso gli avrebbe mostrato la foto di una ragazza (non Jessica, ndr) che stirava una camicia in abiti succinti.

Il padre di Jessica: la moglie di Garlaschi sapeva?

Intervistato da Chi l’ha visto, il padre della giovane vittima, Stefano Faoro, ha sottolineato come le azioni di Garlaschi abbia infangato la società per cui lavorano entrambi.

“Sapeva che Jessica era mia figlia. […] Mi diceva di non preoccuparmi, che stava bene, che aveva iniziato a lavorare”.

Il padre evidenzia che la volontà di Jessica Valentina Faoro era di rifarsi una vita pulita, di andare verso un futuro diverso dagli anni che l’hanno costretta per tanti anni in comunità. A suo dire dai dati sarebbe emerso inoltre che la moglie potrebbe essere complice di Alessandro Garlaschi, perché sapeva quale fossero le vere intenzioni del tranviere milanese.

Correlati

Leave a Comment