Baby gang a Napoli? Le Iene raggiungono i Quartieri Spagnoli | VIDEO

Baby gang a Napoli, Giulio Golia de Le Iene ritorna nei Quartieri Spagnoli: il video del servizio

Giulio Golia decide di approfondire il fenomeno delle baby gang di Napoli, in seguito al servizio de Le Iene precedente. L’inviato ha deciso di indagare su una foto in particolare, che riprende otto bambini piccolissimi armati di mazze, coltelli e pistole. Arrivato sul posto, Golia viene fermato però da alcuni residenti che negano tutto. Anzi, affermano che la foto sarebbe in realtà di una fake news. Non trascorre molto tempo prima che i genitori dei bambini chiedano di parlare con l’inviato de Le Iene.

Uno dopo l’altro, ogni bambino della foto parla con Golia e stabiliscono di parlare tutti insieme di quanto accaduto. I bambini raccontano di essere stati avvicinati da un giornalista che con la scusa di una foto provino per Gomorra, promette di farli andare in televisione. Sarebbe stato quindi lui, forse il direttore di un casting, a dare le armi finte ai bambini. Una volta emersa la notizia, i genitori hanno dovuto correre ai ripari. La presunta baby gang ha iniziato infatti ad avere paura di ritrovarsi la Polizia a casa e di finire addirittura in riformatorio.

I bambini intervistati da Le Iene rivelano inoltre di avere paura delle baby gang. Una storia drammatica che ancora una volta getta fango su Napoli? Questa volta sì, i Quartieri Spagnoli hanno dimostrato che a volte le notizie non sono del tutto vere. Rivedi il video con il servizio de Le Iene sulla vera storia della baby gang più famosa d’Europa.

Correlati

Leave a Comment