Don Euro a Le Iene, il sacerdote nel vortice dello scandalo | VIDEO

Don Euro, il sacerdote con il vizio di droga, soldi… e altro: il video del servizio de Le Iene

Don Euro (don Luca Morini) ritorna al centro di un servizio de Le Iene. Il sacerdote, don Luca, sarebbe un noto truffatore dedito a tanti vizi. Tutto inizia dalla segnalazione di un ragazzo escort, che viene contattato dal prete per notti brave dal guadagno elevato e dai pranzi a base di aragoste. Tutto rigorosamente pagato in contanti da don Euro, che non esita a fare uso della carta di credito con plafond giornaliero di 10 mila euro. Non manca inoltre la cocaina nelle notti brave di don Luca, il tutto per sedurre il ragazzo di turno.

Il sacerdote, sottolineano Le Iene, condisce il tutto con particolari contatti con esponenti politici. L’escort tuttavia si insospettisce e fa dei controlli, fino a scoprire che il giudice che si è presentato all’inizio è in realtà un prete di provincia. L’escort decide inoltre di andare avanti ed invia un vero e proprio dosser alla Curia, ma nulla sembra muoversi per fermarlo. Intanto, don Euro continua imperterrito con la sua vita di eccessi, dando fondo ad un forte quantitativo di soldi. Nina Palmieri de Le Iene decide quindi di raggiungerlo in uno degli hotel extra lusso in cui incontra gli amanti, ma sulle prime l’uomo nega tutto.

Don Euro alla fine cede e conferma di essere prete, ma non parroco. Riferisce poi di aver usato i soldi di famiglia, ottenuti grazie alla morte del padre ed alla vendita di una casa. Dopo aver negato tutto, riesce persino a convincere l’inviata del programma di Italia 1 della propria versione. Tutta la vicenda sarebbe inoltre solo un tassello in una vita di depressione, solitudine e malattia. L’escort? “Una debolezza che ho manifestato dopo la morte di mio padre“. Intuendo di aver attirato nella sua trappola chi lo accusa, don Euro riferisce di essere stato sempre molto sfortunato e addirittura di non avere più voglia di vivere.

Anzi, sottolinea di voler dare a Le Iene i suoi dati sensibili per dimostrare di essere onesto. Don Euro tuttavia scompare nel nulla, ma la Palmieri decide di andare a fondo. Grazie agli ex parrocchiani, scopre il modus operandi del sacerdote. Soldi chiesti ai parrocchiani in nome dell’aiuto a famiglie bisognose o di lavori di ristrutturazione, fino ad arrivare a fingersi esorcista. Un anonimo informa poi il programma che don Luca ha questo tipo di comportamento da vent’anni e che sarebbe protetto dai potenti della Chiesa.

Nello scritto viene inoltre allegato l’indirizzo in cui trovare il prete. Dovranno trascorrere due anni prima che le autorità contesti a don Euro diversi reati, fra cui estorsione, ricettazione, appropriazione indebita e acquisto di stupefacenti. Nella richiesta di rinvio a giudizio figura inoltre il nome del vescovo che lo avrebbe protetto e che a Le Iene aveva affermato di voler recuperare don Luca. Rivedi su Mediaset On Demand il video del servizio de Le Iene su don Euro. 

Correlati

Leave a Comment