Marina Arduini, verso la soluzione del caso? | Chi l’ha visto

Marina Arduini: presto la soluzione del caso? Il servizio di Chi l’ha visto

Chi l’ha visto approfondisce di nuovo il caso di Marina Arduini nella sua puntata del 28 febbraio. Il mistero non è ancora stato risolto: la commercialista non dà più sue notizie da oltre 11 anni. La famiglia sta cercando di scoprire inoltre se uno dei corpi rimasti senza identità potrebbe corrispondere alla giovane donna di Roma. Intanto, emergono ulteriori particolari che potrebbero spiegare il motivo per cui è scomparsa Marina Arduini. Le indagini si sono focalizzate fin dall’inizio su due punti in particolare. La relazione fra la donna e un certo Angelo e la truffa messa in atto da quest’ultimo ai danni dell’amante.

Chi l’ha visto ricorda infatti che Marina Arduini si era accorta di alcuni movimenti sospetti presenti nel suo conto bancario alcuni mesi prima della sua scomparsa. Un addebito di 13 mila euro che una volta denunciato alle autorità aveva svelato un accordo economico fra una donna che si era firmata con il suo nome ed una società di costruzioni, la 2F. Non è trascorso molto tempo prima che le autorità stringessero il cerchio attorno ad Angelo, che si è sempre dichiarato innocente. A distanza di anni sono emersi invece altri particolari, soprattutto sulle amicizie dell’uomo. Si parla di un altro uomo, un certo Gianni, collegato ad Angelo tramite la 2F Costruzioni e quindi anche a Marina Arduini. Il soggetto inoltre avrebbe messo a segno un’altra maxi truffa ai danni di una donna, a cui avrebbe sottratto 400 mila euro.

In seguito, un testimone ha rivelato che il sentimento che univa Angelo a Marina Arduini non riguardava altro che un raggiro. O parte dello stesso.

“Un giorno mi ha confidato di aver fatto innamorare questa donna a tal punto da farle fare quello che voleva”.

Uno dei particolari da appurare riguarda tra l’altro l’ultima telefonata ricevuta dalla donna, fatta proprio dalla 2F Costruzioni. In tutto questo si affaccia nel caso anche un certo Giuseppe, che ha sempre negato di aver conosciuto la vittima. Un testimone però è sicuro di averli visti insieme in più di un’occasione ed il giorno della scomparsa della commercialista, il telefono di Giuseppe, pregiudicato, si spegne in una zona vicina. La moglie di quest’ultimo sarebbe stata inoltre nominata amministratrice di una seconda società che fa capo ad Angelo, ma senza esserne informata. La Megea SRL si trova inoltre nelle vicinanze dell’abitazione di Giuseppe e Loredana e potrebbe essere collegata con la scomparsa di Marina Arduini.

Correlati

Leave a Comment