La storia di Edoardo a Le Iene, rifiutato dalla scuola | VIDEO

La storia di Edoardo a Le Iene: Giulio Golia indaga nell’ambiente scolastico

Le Iene affrontano nella loro puntata del 4 marzo 2018 la storia di Edoardo, un ragazzo autistico che è stato rifiutato dalla scuola. Il ragazzo infatti sarebbe difficile da gestire e metterebbe in crisi la dinamica delle elezioni, dato che ha dei tempi completamente diversi. A Le Iene, il padre di Edoardo sottolinea che il ragazzo è stato anche minacciato di TSO – il trattamento sanitario obbligatorio. Il medico e la famiglia del ragazzo sono sicuri inoltre che Edoardo non sia pericoloso e che non siano mai avvenuti degli episodi di violenza. Il genitore svela inoltre che le crisi del figlio sono peggiorate di recente, per un motivo molto particolare: non riesce a concepire che i nazisti siano riusciti a farla franca per quanto hanno fatto agli ebrei.

L’inviato de Le Iene ha deciso quindi di parlare direttamente con Edoardo, che rivela di sentire la mancanza dei compagni di classe. I coetanei lo aiutavano infatti a superare i pensieri brutti ed a trovare altre storie su cui concentrarsi. Edoardo ama la scrittura ed anche i film, tanto che pensa che un giorno riuscirà a risollevare le sorti dell’Italia grazie ai suoi progetti. La famiglia del ragazzo tra l’altro non è riuscita ad avere un confronto diretto con la scuola, che per giustificare le proprie azioni ha improvvisamente cambiato i voti di Edoardo in pagella.

Da sei e sette i voti sono diventati infatti tutti tre e tutti con la stessa giustificazione, ovvero l’incompatibilità del ragazzo con il programma ordinario. Per poter avere delle certezze sulla versione del preside, Le Iene decidono di far incontrare il padre di Edoardo con il diretto interessato. Anche in questo caso viene confermata la minaccia del TSO e riguardo ai voti, il Preside ha sottolineato che in realtà i voti positivi erano collegati al programma differenziato e non a quello ordinario. Un errore di visione, quindi.

Giulio Golia de Le Iene ha intervistato anche i compagni di classe di Edoardo, che confermano come il ragazzo non sia pericoloso. Quando l’inviato cerca di intervistare il Preside, quest’ultimo si sfoga sulla telecamera del programma. Dopo diversi tira e molla, il Preside accetta di rispondere alle domande dell’inviato, ma richiede anche la presenza di un testimone. Sottolinea inoltre che “la scuola è inclusiva al massimo” e che il compito dell’istituto è anche di proteggere Edoardo dalla famiglia, tramite il TSO. Data la reazione, Le Iene decidono di fare di tutto per permettere ad Edoardo di andare in un’altra scuola, già pronta ad accoglierlo dietro il decreto del Provveditorato. Rivedi su Mediaset On Demand il video con il servizio di Giulio Golia de Le Iene su Edoardo, “La scuola non è per tutti”. 

Correlati

Leave a Comment