Rovinate dalla chirurgia plastica: Le Iene intervistano le vittime del low cost | VIDEO

Rovinate dalla chirurgia plastica? Le Iene indagano su una delle piaghe della società moderna: il video del servizio

Nella loro puntata di domenica, 4 marzo 2018, Le Iene hanno voluto intervistare alcune vittime della chirurgia plastica low cost che dopo scelte sbagliate hanno dovuto confrontarsi con conseguenze importanti. Si parla in particolare di una clinica di Reggio Emilia, rinomata anche per i prezzi molto bassi. Un particolare che avrebbe potuto sollevare qualche dubbio, ma che veniva giustificato grazie ad un lavoro diretto dello staff medico della struttura. E non è finita qui perché Le Iene sottolineano che la modalità adottata per le visite di ogni paziente riguardava un consulto via whatsapp, in cui venivano richieste solo quattro foto.

I chirurghi hanno visto quindi le donne da operare solo poco prima dell’operazione effettiva. Il tutto in seguito ad una serie di domande di routine. Le testimone rivelano a Le Iene che lo scenario che hanno visto in quel caso è simile ad una catena di montaggio: si risponde alle domande, ci si sottopone all’operazione di chirurgia plastica e poi si esce dalla struttura. Senza alcun tipo di controllo e con risultati piuttosto dubbi. Le paziente intervistate da Le Iene lamentano inoltre diversi dolori, più o meno importanti, che si sono presentati in seguito all’intervento di mastoplastica additiva. Una paziente in particolare si è sottoposta ad un controllo medico ed ha scoperto che le protesi che le sono state inserite durante l’intervento di chirurgia plastica sono piene di liquidi.

Le Iene ribadiscono comunque che questo particolare campo medico anche se importante e sempre più in voga, presenta sempre dei rischi. La possibilità di essere quindi “sfortunate” è molto alta, ma secondo il dottor Antonio Spagnolo, gli errori dei colleghi sono fin troppo evidenti. Dalle protesi troppo grandi alla presenza di siero in eccesso, errori che sembrano dovuti ad una scarsa esperienza da parte dello staff medico. Il dottor Spagnolo ha inoltre evidenziato come il rapporto fra il chirurgo plastico e la paziente sia essenziale perché lo specialista possa adottare una strategia creata su misura. Il responsabile del CICE ovviamente rifiuta ogni accusa da parte dell’inviata de Le Iene, negando la testimonianza delle pazienti. Soprattutto perchè a suo dire il risultato di molte testimoni non sarebbe così grave come denunciato. Rivedi il servizio di Ruggeri de Le Iene su Mediaset On Demand, “Rovinate dalla clinica low cost”. 

Correlati

Leave a Comment