Storie Maledette, video replica del 25 marzo: intervista a Paolo Esposito

storie maledette

STORIE MALEDETTE, VIDEO REPLICA DEL 25 MARZO: PAOLO ESPOSITO E L’OMICIDIO DI GRADOLI

Nella puntata del 25 marzo 2018, Storie Maledette affronta il caso dell’omicidio di Gradoli ripercorrendo il duplice delitto di Tatiana Ceoban e della figlia Elena tramite l’intervista a Paolo Esposito. Si tratta del compagno della donna, condannato all’ergastolo in tre gradi di giudizio. La scomparsa di Tatiana Ceoban e Elena risale alla fine del maggio del 2001. Una sparizione misteriosa, che desta subito qualche dubbio. Storie Maledette ripercorre anche l’incontro fra Tatiana e Paolo Esposito, avvenuto in occasione dell’arrivo in Italia della donna di origini moldave.

Paolo Esposito rivela infatti a Storie Maledette di essere rimasto colpito subito dalla bellezza di Tatiana Ceoban. E inoltre la sua sincerità, il fatto che non gli avesse nascosto di aver avuto Elena da un precedente rapporto. Quando Tatiana arriva in Italia, la figlia invece è ancora in Moldavia con la sorella della donna, Ala Ceoban. Intanto la coppia ha una figlia, Erika, motivo per cui Tatiana Ceoban decide di chiedere aiuto alla sorella. Ad appena 18 anni, Ala Ceoban diventa l’amante di Paolo Esposito: quest’ultimo è convinto che la compagna si fosse allontanata da lui in seguito alla nascita di Erika.

Invece secondo Ala Ceoban fu proprio Tatiana a convincerla ad accettare le avance di Esposito, forse per evitare che il compagno cercasse altrove quelle attenzioni. La donna durante una puntata di Chi l’ha visto ha inoltre affermato che il suo rapporto con Paolo Esposito riguardava solo l’aspetto fisico. Tatiana in quegli anni confidava invece al suo diario tutte le sue paure, in cui sottolineava di essere sicura che sarebbe successo qualcosa di brutto a lei ed a Elena. Nel corso del processo, sottolinea Storie Maledette, è emerso anche come la madre di Tatiana Ceoban ad un certo punto indirizza gli inquirenti verso Ala e Paolo Esposito per via di un filmino hard che i due avevano girato tempo prima.

Va evidenziato che Paolo Esposito continua a professarsi innocente. La ricostruzione di Storie Maledette avviene quindi tramite il suo punto di vista, a partire da quel 30 maggio in cui vedrà per l’ultima volta Tatiana Ceoban e la figlia Elena. In seguito alla scomparsa della donna, Esposito decide di non avvisare la suocera, dato che non era la prima volta che si allontanava da casa. L’omicidio di Gradoli invece inizia a delinearsi quando nell’abitazione della coppia vengono ritrovati tutti gli effetti personali di madre e figlia. I due corpi invece non verranno mai rinvenuti. Puoi rivedere il video con l’intervista di Paolo Esposito e Storie Maledette grazie allo spazio di Raiplay dedicato alle puntate del programma. Puoi invece rivedere grazie al nostro articolo la prima parte del caso di Sarah Scazzi, affrontato nella prima puntata dell’edizione 2018.

Correlati

Leave a Comment