Stefano Ramunni, l’intervista de Le Iene al re della truffa (VIDEO)

Stefano Ramunni

Stefano Ramunni è considerato il re della truffa per via della sua carriera di criminale. Nel corso della sua vita avrebbe assunto centinaia di identità false ed avrebbe rubato diversi milioni di euro a molteplici istituti bancari. Fra i truffati non solo le persone comuni, ma anche i familiari, un avvocato e persino un suo ex complice. Le Iene hanno incontrato Stefano Ramunni dopo aver lanciato un appello ai cittadini: perse le sue tracce a Padova, è stato rintracciato a Genova.

STEFANO RAMUNNI A LE IENE, IL RE DELLA TRUFFA E’ STATO ARRESTATO ANCORA

Stefano Ramunni non ricorda di certo tutte le persone che ha truffato anche solo negli ultimi due anni. Il re della truffa è uscito di carcere dopo essere stato alcuni mesi dietro le sbarre di un penitenziario di Treviso e solo grazie alla decisione del pm di imporgli solo l’obbligo di firma e residenza a Milano. Per Ramunni è stato un gioco da ragazzi infrangere il divieto: a poche ore dal suo rilascio era già sul treno diretto a Padova. Le Iene hanno cercato più volte di fermarlo e dopo una segnalazione che sembrava promettere bene, sono rimaste con un palmo di naso.

Fino a che un altro cittadino ha segnalato la presenza di Stefano Ramunni a Genova. Ed è proprio nella città ligure che Giulio Golia è riuscito finalmente a parlargli. Il truffatore ha inizialmente richiesto di non essere ripreso, nascondendo al volo le ultime stampe fatte all’internet point. Altre carte d’identità e codici fiscali che voleva di certo utilizzare per fare di nuovo il giro delle banche: gli istituti di credito sono infatti un vero pallino per il criminale, che con l’ex complice è riuscito ad ottenere oltre 12 milioni di euro. Tutti sequestrati, come ricordano Le Iene, e che secondo Ramunni dovrebbero essergli restituiti.

Esistono molti punti interrogativi sul Lupin italiano, a partire dalla propria sessualità. Un testimone afferma di aver trascorso diversi giorni con lui a Pescara, dopo essere stato rintracciato tramite chat gay. Un ex complice riferisce anche che nel periodo del carcere, avrebbe truffato altri detenuti facilmente raggirabili: avrebbe fatto credere loro di poter agevolare la loro vita nel penitenziario. E senza chiedere soldi in cambio, ma prestazioni fisiche. Una volta fermato a Genova, Stefano Ramunni conferma di essere un truffatore, ma afferma anche di essere stato a sua volta raggirato. Soprattutto da un avvocato di cui ha sfruttato la carta intestata per falsificare il proprio certificato di morte, nel tentativo di far chiudere i procedimenti a proprio carico. Puoi rivedere il video de Le Iene su Stefano Ramunni e il faccia a faccia con il re della truffa grazie allo spazio ufficiale di Mediaset On Demand.

Related posts

Leave a Comment