Reggio Emilia, arrestato pedofilo: centinaia le vittime

Reggio Emilia - pedofilo

REGGIO EMILIA – Arrestato un pedofilo, accusato di aver adescato in dieci anni di “attività” centinaia di adolescenti. Il contatto avveniva all’esterno degli edifici scolastici ed anche grazie ai social network, fra cui Facebook. In manette un uomo di quarant’anni di origini sudamericane, arrestato dai Carabinieri di Reggio Emilia. Come si legge in una nota dell’Arma, riporta una notizia ANSA, sono stati documentate diverse centinaia di abusi commessi dal pedofilo.

Per ora sarebbero trenta le vittime identificate, grazie al materiale ritrovato in possesso dell’uomo. Quest’ultimo, avrebeb postato sui social anche alcuni video che riprendeva i rapporti sessuali che aveva co le giovani prede. L’operazione che ha portato le autorità, guidate dalla Procura di Bologna, è stata nominata Lost Innocence.

Grazie alle indagini, i Carabinieri sono risaliti al modus operandi del sudamericano, che per mettere in atto la propria trappola, aveva creato un alter ego donna. Diffondeva poi il nome della fantomatica cugina fra gli adolescenti, sottolineando che fosse senza pudore.

In seguito, il sudamericano lanciava delle banconote ai ragazzini, fra cui anche solo di 13 anni, in modo da attirarli in casa. La promessa era di poter avere un incontro amoroso con la donna dei sogni, mentre si ritrovavano nella morsa del pedofilo.

Correlati

Leave a Comment