Delitto di Cogne, Anna Maria Franzoni dovrà risarcire Taormina con 275 mila euro

Delitto di Cogne, Anna Maria Franzoni

DELITTO DI COGNE, ANNA MARIA FRANZONI DOVRA’ RISARCIRE TAORMINA CON 275 MILA EURO – Importanti sviluppi sul caso del delitto di Cogne, a distanza di 15 anni dall’omicidio brutale del piccolo Samuele. L’avvocato Carlo Taormina, che si è occupato della difesa della donna, accusata dell’omicidio e condannata a 16 anni di reclusione, non è infatti mai stato pagato per le sue prestazioni legali. Il mancato compenso è stato valutato dal tribunale civile di Bologna in 275 mila euro di danni.

Delitto di Cogne, Anna Maria Franzoni

Sarà quindi questa la cifra che Anna Maria Franzoni dovrà versare all’avvocato Carlo Taormina, per averla difesa dall’accusa di omicidio. Calcolata l’iva e gli interessi, la somma che la donna dovrà corrispondere si aggirerà attorno ai 400 mila euro.

Nello specifico, l’avvocato Taormina prese le difese di Anna Maria Franzoni fino al 23 febbraio 2017, sottolinea Fanpage. La richiesta del pagamento dei compensi mai effettuato, pari ad oltre 771 mila euro, è avvenuta già nel 2013, quando il legale si è fatto assistere dal figlio Giorgio. Di questa somma, 14 mila euro sono attribuiti a Stefano Lorenzi, per via di alcune querele.

Delitto di Cogne, Anna Maria Franzoni

A sua discolpa, i difensori di Anna Maria Franzoni hanno sempre sottolineato come Taormina abbia offerto la propria prestazione in forma gratuita. Il giudice tuttavia non si è potuto fare ad accordi scritti, del tutto inesistenti, e sul fatto che non sussiste un documento in cui il legale abbia rinunciato formalmente al compenso.

Correlati

Leave a Comment