La valle del sacco, il servizio de Le Iene: i veleni della discarica | VIDEO

LA VALLE DEL SACCO: L’INCHIESTA DELLE IENE, FRA TUMORI E VELENI

La valle del Sacco è ormai conosciuta come la valle dei veleni ed è stata al centro di un’inchiesta de Le Iene. Il servizio di Nadia Toffa è stato trasmesso nella prima serata del 19 novembre, in cui ha parlato di quanto avvenuto negli ultimi decenni. I veleni presenti nella valle del Sacco ha infatti prodotto un’ondata di devastazione che non ha solo colpito il terreno, ma ogni essere vivente.

Le Iene hanno intervistato in particolare un pastore, che ha rivelato di aver scaricato dei rifiuti tossici nella valle del Sacco. E considerando che non è l’unico e che sono trascorsi decenni, si può solo immaginare che cosa sia accaduto agli animali che bivaccavano in quei pascoli. Il duro servizio de Le Iene mostra chiaramente la moria delle pecore che ha interessato il territorio e non solo.

Nella valle del Sacco le conseguenze dei rifiuti tossici sono tali che molte pecore hanno partorito dei cuccioli modificati geneticamente. Senza considerare che hanno prodotto latte ed altri prodotti destinati ad arrivare sulle nostre tavole. Le Iene mettono infatti in luce anche il crescendo di tumori che ha colpito la popolazione. Secondo un’oncologa, il tipo di tumore diffuso nella zona metastatizza velocemente. Ovvero si diffonde alla velocità della luce e nei casi peggiori porta ad una morte fulminante.

Le Iene hanno intervistato anche un padre di famiglia, che si è visto morire di fronte agli occhi la figlia di 15 anni. Un tumore all’encefalo che ha portato la bambina alla morte nel giro di cinque mesi. Diversi bambini e ragazzini sono stati colpiti dal tumore al cervello e solo in casi eccezionali i giovani pazienti sono riusciti a sopravvivere.

LA VALLE DEL SACCO, IL VIDEO CON LA REPLICA DEL SERVIZIO DE LE IENE

Per guardare e riguardare il video de Le Iene, è possibile accedere a questo indirizzo dedicato alla valle del Sacco. In questo spazio sono presenti invece i video dei servizi fatti dagli inviati nelle precedenti puntate.

Correlati

Leave a Comment