Fabio Vettorel è ancora prigioniero ad Amburgo: il caso a Le Iene | VIDEO

LE IENE: IL CASO DI FABIO VETTOREL, INCARCERATO PER UNA MANIFESTAZIONE CONTRO IL G20

Nadia Toffa e Le Iene hanno parlato del caso di Fabio Vettorel all’interno della puntata di domenica, 26 novembre 2017. Si tratta di un giovane ragazzo italiano che si trova ancora oggi ad Amburgo, arrestato in seguito ad una manifestazione pacifica sul territorio tedesco e contro il G20. Oltre 70 persone sono state arrestate all’epoca per disordini gravi ed altri capi d’accusa, ma solo Fabio Vettorel si trova ancora dietro le sbarre. Due mesi e mezzo di prigionia ingiustificata, in custodia cautelare al carcere minorile di Amburgo. La madre si è trasferita nella città tedesca già da diverso tempo per poter stare vicino al figlio, in attesa di capire quando potrà riabbracciarlo.

Le Iene hanno intervistato infatti la madre di Fabio Vettorel, che è riuscita a scopre dell’arresto del figlio solo grazie ad una terza persona, che ha ricevuto l’incarico dal ragazzo di informarla. La donna ha raccontato all’inviata l’esatta dinamica dello scontro fra autorità tedesche e manifestanti, grazie alla visione di un video di quel giorno. Fabio Vettorel tra l’altro non sarebbe coinvolto nella manifestazione e si trovava sul posto solo per aiutare una ragazza rimasta ferita nello scontro. Secondo il giudice, il ragazzo avrebbe inoltre delle “carenze educative”, nonostante non ci siano mai stati colloqui con il diretto interessato. Ha inoltre la fedina penale pulita e non si capisce perché continui a rimanere dietro le sbarre, anche in attesa di processo.

Dopo diverse richieste e contestazioni, la madre ottiene però la possibilità di far uscire Fabio dalla prigione, dietro il pagamento di una cauzione di 10 mila euro. Le Iene scoprono inoltre che la Procura potrebbero revocare il rilascio da un momento all’altro, dati i cavilli burocratici ed il sospetto delle autorità che possa far parte di un gruppo sovversivo. Dopo quattro mesi di prigionia, la madre di Fabio è riuscita infatti ad ottenere che il ragazzo possa uscire e riavere la sua libertà. Ad appena dieci minuti di distanza dal carcere, vengono però avvisati che l’accusa è riuscita a fare ricorso ed a bloccare il suo rilascio. Trovi qui il servizio de Le Iene sul caso di Fabio Vettorel.

Correlati

Leave a Comment