Simone Santoleri, dalla possessione alla personalità: una testimone a Chi l’ha visto

simone-santoleri-testimone-chi-lha-visto

SIMONE SANTOLERI E’ COINVOLTO CON LA MORTE DELLA MADRE RENATA RAPPOSELLI? UNA TESTIMONE A CHI L’HA VISTO

Nella puntata di Chi l’ha visto del 13 dicembre, Federica Sciarelli ritorna a parlare di Simone Santoleri e del suo coinvoltimento con la morte di Renata Rapposelli. La donna è stata infatti ritrovata priva di vita poche settimane fa, in seguito ad un incontro con l’ex marito ed il figlio. Ed è proprio quest’ultimo al centro delle indagini degli inquirenti, che secondo gli investigatori potrebbe essere strettamente connesso con la morte della donna. Un’indagine che riguarda anche il padre, che ha tentato il suicidio quando le autorità hanno ritrovato il corpo della pittrice presso il fiume Chienti.

Una testimone è stata intervistata da Chi l’ha visto per tracciare a fondo la personalità di Simone Santoleri, protagonista di particolari interviste rilasciate alla trasmissione. La donna afferma di aver avuto una relazione con l’indagato cinque anni fa e di aver sempre creduto che l’abbia drogata durante i loro incontri. Un particolare simile a quanto potrebbe essere avvenuto a Renata Rapposelli e non solo. La testimone riferisce anche di come Simone Santoleri fosse convinto che la donna fosse posseduta e per questo l’avrebbe convinta a seguirlo in un convento per incontrare un sacerdote.

Simone Santoleri ha mentito?

Anche in questo caso il dettaglio è collegabile con il mistero attorno alla morte di Renata Rapposelli, che avrebbe accusato il figlio di essere posseduto. E’ stato lo stesso Santoleri a riferirlo a Chi l’ha visto in interviste precedenti, ma la testimone afferma che l’ossessione fosse quella dell’uomo. Nel periodo in cui hanno avuto una relazione lo vedeva infatti girare spesso con l’acqua santa. Chi l’ha visto sottolinea inoltre l’importanza delle parole della donna per via di un altro elemento. La testimone abita infatti a Tolentino e proprio con Simone Santoleri sarebbe stata spesso nella zona del Chienti, la stessa in cui l’indagato ha affermato di non essersi mai recato e che invece a quanto pare conosceva piuttosto bene.

Correlati

Leave a Comment