Sofiya Melnik, tanti sogni e uomini: chi l’ha uccisa? | Chi l’ha visto

sofiya melnik chi l'ha visto

Sofiya Melnik, il giallo di Cornuda a Chi l’ha visto

Chi l’ha visto ritorna a parlare del caso di Sofiya Melnik, la donna di origini ucraine trovata priva di vita la Vigilia di Natale. Il programma di Rai 3 inizia il suo racconto fin dagli inizi in Italia, da quel giorno in cui Sofiya conosce Pascal Albanese e se ne innamora. A detta di un’amica con cui conviveva all’epoca, il sentimento che la donna nutriva per il nuovo compagno era evidente. Non trascorreva minuto senza guardare il cellulare e scrivergli: che cos’è successo quindi in seguito? Sofiya Melnik infatti avvia alcuni anni dopo una relazione con un geologo, un uomo più grande di lei che la porta in giro per il mondo.

Da Positano all’estero, la donna sembra aver trovato la sua felicità sentimentale. Alle telecamere di Chi l’ha visto, il geologo sottolinea infatti di aver acquistato un appartamento a Sofiya su sua richiesta. Pascal invece le era stato presentato come un cugino, con cui poi era andata a vivere proprio nella casa ricevuta in dono dall’amante. Negli anni successivi spunta però un terzo uomo. Si tratta di un radiologo, per il quale la donna perde la testa. Lo invita infatti a novembre nella casa in cui viveva con Pascal per prendere delle misure. A questo punto la sua relazione con il compagno è ormai terminata: il desiderio della vittima è infatti di lasciarlo.

La situazione precipita nelle settimane seguenti, quando Pascal Albanese riferisce alla famiglia che Sofiya Melnik è scomparsa dopo aver incontrato delle amiche. Le stesse che tuttavia non ha mai visto. Gli inquirenti adesso devono appurare se il suicidio di Pascal sia collegato con la morte della compagna. Quest’ultima è stata trasportata in un dirupo a 3 km dall’abitazione quando era già morta, dopo averla colpita ripetutamente. Per lo spostamento è stato usato tra l’altro l’auto della donna, in seguito abbandonata nella zona. Il legale Petroncini, avvocato della famiglia Albanese, riferisce alle telecamere di Chi l’ha visto che le tracce rilevate nel bagagliaio del mezzo fanno ipotizzare che Sofiya potesse essere ancora viva durante il tragitto.

Correlati

Leave a Comment