La Dottoressa Giò è tornata sul piccolo schermo di Canale 5 il 13 gennaio 2019, grazie alla guida di Barbara d’Urso. La fiction rimasta in sospeso per due decenni, riprende vita con la prima puntata ed altri appuntamenti. Saranno in tutto quattro gli episodi della miniserie, che vede la presenza anche di attori internazionali come Christopher Lambert. Nella prima puntata de La Dottoressa Giò, Giorgia Basile ritorna finalmente in ospedale due anni dopo la sua sospensione. Non potrà però riavere il suo posto di primario e dovrà sottostare al sostituto provvisorio, il dottor Zampelli.

La Dottoressa Giò prima puntata: il riassunto

Giorgia attraversa la strada e qualcuno la investe: Sandra chiede disperatamente l’aiuto dei passanti. Due anni prima, la ginecologa viene assolta da ogni accusa. Monti però ha intenzione di vendicarsi ancora su di lei e di impedirle di essere ancora un medico. In un faccia a faccia in tribunale, Giò sottolinea che il suo obbiettivo è invece di aprire un centro in onore di Michela, la moglie del professore morta suicida e legata al suo iter giudiziario.

Al ritorno al policlinico, la Basile scopre che sono cambiate molte cose durante la sua assenza. Anna Torre è infatti la Direttrice Sanitaria e braccio destro di Monti. A ciò si aggiunge anche un primo problema in corsia: una donna entra in travaglio e viene rapita dal compagno prima che possa andare in sala operatoria. Giò cerca di fermarlo, ma Leonardo afferra la pistola e gliela punta contro. Solo le complicazioni del parto lo convinceranno a permettere che la ginecologa faccia il suo mestiere.

Leonardo è convinto però che Carla gli stia mentendo e che il bambino appena nato non sia il suo. Le punta quindi la pistola contro, ma la donna riesce a toglierla dalle sue mani e gli spara al petto. Monti intanto viene bloccato in sala operatoria per ordine della Polizia, mentre Sandra all’esterno tiene informati i telespettatori del notiziario locale. Tutto si risolve e Giorgia diventa un’eroina agli occhi del pubblico, ma Monti chiede ad Anna di fare il possibile per cacciarla dal policlinico.

La Torre chiama quindi la Basile in ufficio e le propone di riavere il suo ruolo di chirurgo, ma in un altro ospedale. La ginecologa però non retrocede di un passo e continua la sua battaglia, anche se Zampelli continua ad umiliarla di fronte agli specializzandi. Nel frattempo, una donna viene ricoverata per il parto e decide di lasciare il figlio senza rivelare la sua identità. Giacomo fa l’errore di chiederle perché abbia voluto portare avanti la gravidanza e finisce nei guai.

Giò invece cura due giovani ragazze ed intuisce subito che qualcosa non va. Entrambe infatti sono state visitate per un problema intimo, ma la Basile crede che Greta stia subendo delle minacce. Scopre così alcune intimidazioni da parte di Beatrice, una sua amica e figlia di una donna che Zampelli conosce molto bene. Quando i genitori di Greta si presentano in ospedale, Giò decide di parlare con la coppia ed infine scopre la verità. Un gruppo di uomini la sta ricattando e le hanno offerto soldi in cambio del suo corpo. Si scopre invece che la donna che ha denunciato Giacomo è vittima di violenza e che per questo non riesce ad amare il suo bambino. Quando Giorgia osa rilasciare una dichiarazione in tv, Anna Torre decide di minare la sua credibilità per aiutare Monti.

Dottoressa Giò prima puntata: replica in tv e streaming

I telespettatori che non sono riusciti a seguire la diretta della fiction potranno usufruire del servizio streaming offerto da Mediaset Play. La prima puntata di Dottoressa Giò è disponibile sul portale, a cui si può accedere previa registrazione gratuita. In alternativa è possibile usufruire del servizio On Demand grazie al proprio televisore, accedendo alla replica sul canale dedicato in base alle proprie impostazioni di base.