HELL’S KITCHEN 3, ANTICIPAZIONI PRIMA PUNTATA: Da stasera, martedì 4 ottobre, su SkyUno, canale 105 e 108 della piattaforma satellitare Sky, andrà in onda la terza edizione di Hell’s Kitchen con Carlo Cracco.

Sedici concorreti che provengono dal mondo della ristorazione, divisi in 2 squadre, i rossi e i blu, saranno guidati da Carlo Cracco e da 2 new entry, suoi sous-chef: Sibyl Carbone, finalista della prima stagione e Mirko Ronzoni, vincitore della seconda edizione. Ovviamente non può mancare lui, il maître Luca Cinacchi, meglio conosciuto come Luchino. 

HELL’S KITCHEN 3, ANTICIPAZIONI PRIMA PUNTATA: LE SQUADRE – La squadra rossa è così composta: Amalia Nichetti, 41 anni dalla provincia di Lodi; Carlotta Delicato, 23 anni da Piedimonte San Germano (FR); Cinzia Tomassi, 39 anni da Roma; Consuelo Scaglia, 29 anni, da Torino; Flavia Rosato, 28 anni da Napoli; Francesca Laici, 23 anni da Roma; Paola Sorrentino, 42 anni da Positano (SA); Roberta Virgilio, 36 anni, nata in Egitto, cresciuta a Milano e ora vive a Roma. La squadra blu è formata da: Aniello Impagliazzo: 26 anni, vive a Ischia (NA); Antonio La Cava, 19 anni, viene da Roma; Giulio Sorrentino, 36 anni da Palermo; Guglielmo Romani, 53 anni, trentino; Kristian Simoni, 22 anni, è nato in Albania, ha vissuto in provincia di Asti e attualmente lavora in Islanda; Luca Zuntini, 30 anni, da San Giovanni in Persiceto (BO); Giulio Paolini (Paolo), 23 anni da Pistoia; Shaban Muhameti, 19 anni, ha origini albanesi e vive a Motta di Livenza (TV).

Come possiamo vedere dal promo ci saranno molti ospiti in questa edizione, sia dal mondo della ristorazione, sia dello spettacolo: ci saranno Massimo Bottura, Gennaro Esposito, i fratelli Cerea, Pedro Miguel Schiaffino, Mara Maionchi e Frank Matano. Il vincitore, lavorerà come Executive Chef presso il ristorante Il Giardino del JW Marriott Venice Resort & Spa presso l’Isola delle Rose a Venezia. Nelle prime due edizioni, il vincintore ha avuto l’occasione di lavorare come Executive Chef  in Sardegna ma solo per un lavoro stagionale, a differenza di quest’anno che il contratto sarà più lungo. Pronti a sentire urlare Cracco?