Gerry Scotti è il primo super ospite della terza puntata di C’è posta per te, in onda su Canale 5 nella prima serata del 26 gennaio 2019. Il celebre conduttore continua a mietere un successo dietro l’altro ed evidente come sia il primo a divertirsi nelle tante apparizioni in tv. Dai quiz ai giochi, la sua energia è sempre stata un simbolo per gli italiani. Soprattutto per chi vuole sorridere, come il papà di Michele. E’ infatti il ragazzo a chiedere l’aiuto di Gerry Scotti per fare un regalo a papà Francesco, che soffre di una brutta malattia.

Michele e Francesco a C’è posta per te: la lotta contro la malattia

Michele ha sempre visto nel padre un eroe. Fin da piccolo infatti è abituato a vederlo con le stampelle, a causa dell’otite reumatoide degenerativa che gli viene diagnosticata da giovane. Francesco inizia così una nuova fase della sua vita, che presto gli impone diverse limitazioni. Inizialmente il figlio reagisce con rabbia, soprattutto di fronte a quelle malelingue a scuola che lo additano come il “figlio dello zoppo”. Francesco però gli insegna a reagire con le parole, prima ancora che con le mani.

Gerry Scotti rappresenta per Francesco un momento felice, in contrasto con quel senso di fallimento che inizia a sentire sulle sue spalle. Ha lavorato fino a che ha potuto, ma poi la malattia gli ha impedito di continuare. Si fa strada così il pensiero di non essere in grado di sostenere la famiglia, di essere un buon padre e marito. Michele invece non la vede così e ricorda in particolare come un giorno il padre sia stato colpito da un infarto. In quel momento Francesco gli chiede di prepararsi perché teme di non farcela e gli chiede di diventare il pilastro della loro famiglia. Michele però non si sente ancora pronto e per sua fortuna il genitore riesce a riprendersi.

La lettera del figlio

Sono lacrime senza fine per la storia di Michele e Francesco. Anche Gerry Scotti, nascosto in attesa del loro incontro, non trattiene gli occhi lucidi. “Io una vita diversa non l’avrei mai, mai, voluta“, dice intanto il ragazzo tramite una lettera che la conduttrice legge al padre. Michele non ha bisogno infatti di altri supereroi, perché crede di averlo già di fronte. Per questo non vorrebbe cambiarlo con nessuno al mondo e si sente il più fortunato di tutti. “Hai il potere di trasformare ogni istante della mia vita in un mattoncino, che messo uno sull’altro mi ha fatto diventare la persona che sono“, continua ancora.

Francesco a C'è posta per te

Vengono fatte entrare poi la moglie e la figlia, che lo sostengono a loro volta prima di lasciarlo di nuovo da solo con le parole di Michele. Dopo tante altre frasi emozionanti, finalmente Gerry Scotti entra in studio per incontrare Francesco. “Gli sfortunati sono quelli che non dedicano un minuto ai loro figli perché sono presi da altre cose“, dice subito il conduttore. Gerry si commuove a sua volta pensando al padre, a quanto i ricordi siano ancora vivi nonostante si vedessero poco quando era appena bambino. Visto che Francesco è un bravo barzellettiere, Scotti lo invita a Tu Sì Que Vales e gli regala anche il gioco storico del suo Chi vuol essere milionario. Puoi rivedere il video con Gerry Scotti, Michele e Francesco a C’è posta per te: accedi a WittyTv e guarda la clip Il disegno della vita.