Grey’s Anatomy 13 ritornerà il prossimo 9 gennaio con il nono episodio, intitolato Non hai fatto niente. Il colpo di scena è dietro l’angolo, dopo alcune puntate un po’ sottotono a detta di alcuni fan. In ballo c’è ancora il processo di Alex, colpevole di aver colpito DeLuca ed averlo quasi privato della vista, nonché della possibilità di avere una carriera. Non è detto comunque che il chirurgo decida di attendere il verdetto, dato che arriverà a conclusioni del tutto inaspettate. Nel frattempo, Richard dovrà fare i conti con la decisione della Bailey e con la sommossa dei chirurghi.

Grey's Anatomy 13

I medici inoltre saranno impegnati nella cura di diversi pazienti, vittime del crollo di un palazzo. Saranno diverse le perdite, nonché i salvataggi dell’ultimo momento. A fare da filo conduttore sarà tuttavia la scelta misteriosa di Alex.

Il chirurgo è all’ultimo giorno di ambulatorio e l’indomani si svolgerà il processo. Verrà deciso quindi se subirà una condanna oppure no, ma Alex ha in mente qualcos’altro. Scoprirà tra l’altro che Jo è sposata, ma non mostrerà alcuna rabbia. Tuttavia, questo particolare ed una serie di altri eventi gli faranno capire che non intende attendere oltre.

Vivremo momenti di tensione che solo Shonda Rhimes ci può regalare. Grey’s Anatomy 13 ci porterà sull’orlo del collasso, mentre alla fine dell’episodio assisteremo ad una conversazione segreta fra Alex e la Bailey. Subito dopo ci verrà svelato l’arcano: Alex intende accettare il patteggiamento proposto dal procuratore.

Questo vuol dire trascorrere gli anni avvenire in prigione e lasciare per sempre il suo sogno di diventare un abile primario. La Bailey ovviamente non saprà che cosa fare e cercherà rifugio in Ben, mentre Meredith dovrà cercare di superare in tutti i modi i limiti imposti dal lavoro. Dopo aver ascoltato un messaggio commovente dell’amica, Alex si ritroverà di fronte alla scelta: consegnarsi oppure no?