Non è più in prognosi riservata il bambino di 8 anni, residente a Collesalvetti, nel livornese, ricoverato ieri sera per meningite di tipo C all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. E’ fuori pericolo e risponde bene alle terapie. Era stato vaccinato nel 2009 e questo fattore, stando al parere dei medici, ha mitigato l’infezione proteggendolo dall’aggressività del virus.

L’assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, Stefania Saccardi, ha voluto sottolineare come anche in questo caso il vaccino sia servito ad attenuare la gravità della malattia e ha rinnovato il suo invito a vaccinarsi per il meningococco C a tutti quanti rientrano nelle categorie previste. L’assessore ha ribadito che il vaccino è gratuito e la campagna straordinaria è stata prolungata fino al 31 marzo 2017.

Il sindaco di Collesalvetti Lorenzo Bacci, in accordo con la ASL, ha ritenuto opportuno disporre un’ordinanza di chiusura temporanea per la giornata di mercoledì di tutte le scuole di ordine e grado di Stagno (primaria, infanzia poiché situata nello stesso plesso della primaria e medie, il bambino ha un fratello che frequenta le medie), il tutto – si tiene a precisare – a soli scopi cautelari e per poter gestire al meglio le operazioni di profilassi da parte della ASL. Il sindaco ha aggiunto che il 25 novembre i sanitari della ASL contatteranno direttamente solo coloro i quali dovranno essere sottoposti alla necessaria profilassi.

Il caso del bambino di Collesalvetti, si aggiunge ai due decessi avvenuti nei giorni scorsi, sempre per la stessa patologia e sempre in Toscana: uno a Firenze di meningite C riguarda la morte di una cittadina russa di 45 anni, per il quale la la Usl Toscana Centro ha fatto scattare un piano di profilassi generale dopo aver scoperto il locale notturno del capoluogo toscano dove la paziente si è recata l’ultima volta prima di essere ricoverata in ospedale; la seconda vittima a Livorno dov’è deceduta, un mese dopo il ricovero per meningite, un’ex insegnante di 64 anni originaria di Rimini, ma residente a Viareggio.

Dall’inizio della campagna vaccinale straordinaria (fine aprile 2015) al 31 ottobre 2016, sono state somministrate in totale 717.457 vaccinazioni: 194.958 nella fascia di età 11-20 anni; 326.643 nella fascia 20-45; 195.856 dai 45 anni in su.

Nel 2015 sono decedute 7 persone: 6 che avevano contratto il ceppo C e 1 per il ceppo B. Nel 2016 sono invece morte 6 persone, tutte per il ceppo C.