Il Nome della Rosa è andato in onda con la sua terza puntata il 18 marzo 2019. Un appuntamento ricco di intrighi e cospirazioni e della differenza tra francescani e Papa. Tutto ruota attorno alle indagini di Bernardo, che posa presto gli occhi su Remigio e Adso. Il primo secondo l’Inquisitore nasconde un segreto, mentre il secondo potrebbe essere una spia tedesca. La terza puntata de Il Nome della Rosa racconta anche il dramma di una Chiesa distrutta dal desiderio del lusso degli alti prelati e di molti Ordini religiosi.

Il Nome della Rosa terzo episodio, riassunto e trama completa

Ancora una volta la trama riprende da dove l’avevamo lasciata nella seconda puntata de Il Nome della Rosa. Anna è ferita gravemente e per sua fortuna la ragazza occitana le presta le dovute cure. In abbazia, Bernardo Gui ed i francescani entrano subito in contrasto per il modo diverso di concepire la Chiesa. L’Inquisitore è insospettito anche dalla presenza di Remigio, che ricorda di aver visto e conosciuto da qualche parte. Grazie a Malachia, Gui viene informato di tutti gli strani movimenti avvenuti in abbazia negli ultimi giorni. Il benedettino è sospettoso anche verso Guglielmo, il cui arrivo secondo il bibliotecario coincide con il primo delitto.

Malachia rivela di custodire in biblioteca documenti che Remigio gli ha consegnato tempo prima. Rifiuta però di mostrarli a Bernardo, per via del giuramento fatto al cellario. Quest’ultimo si trova invece in cucina e confessa a Guglielmo di aver seguito e creduto nelle parole di Dolcino. Il frate decide di informare i confratelli e Michele al mattino successivo, sicuro che siano tutti in forte pericolo. Abbone annuncia poi che in quella stessa giornata avrà inizio la Disputa. Remigio però è distratto dai ricordi sulla morte di Dolcino e Margherita.

adso guglielmo nome rosa

Amore ed errore per Adso

Non appena ne ha l’occasione, Adso raggiunge di nuovo i boschi per rivedere l’occitana. Anche se con estrema incertezza, i due vivono il loro primo rapporto fisico. La ragazza lo accompagna poi da Anna, che sta ancora recuperando le forze. Bernardo invece chiede a Malachia di assicurarsi che Adso o i francescani non usino i piccioni. Il Novizio raggiunge l’abbazia solo diverso tempo dopo l’inizio della Disputa e la rivelazione che il Papa ha bollato come eretico chiunque unisca la Chiesa alla povertà. Lo scontro verbale successivo spingerà benedettini, nobili e francescani arrivare alle mani.

Nel frattempo, Salvatore tenta una nuova trappola e cattura la ragazza. Adso invece ha un incubo quella notte: sogna che Berengario lo affoga nella vasca. Il Novizio decide quindi di confessare tutto a Guglielmo e riceve la sua comprensione, oltre che il consiglio di rifugiarsi nella preghiera per comprendere quale scelta compiere. Adso però non si accorge della presenza di Bernardo in chiesa. Al mattino, la ragazza si risveglia all’interno del mulino: Salvatore l’ha legata. La terza puntata de Il Nome della Rosa continua a raccontarci i tormenti di Gui, roso dall’invidia e convinto di essere nel giusto.

Avvistato il libro

L’Inquisitore incontra di nuovo Malachia e gli svela di aver sentito molte voci riguardo al suo rapporto con l’ex assistente. Il bibliotecario scarica tutto sugli altri monaci, a suo dire invidiosi. Più tardi, Salvatore informa Adso del suo piano: fare una pozione magica in modo che la ragazza lo ami. Il Novizio però non comprende il senso delle sue parole. Sarà Anna a rivelargli che l’occitana è sparita, ma solo dopo essersi fatta riconoscere da Remigio. La ragazza vuole infatti che le racconti che cosa è successo ai genitori e che e dia le lettere di Dolcino. Più tardi, Severino informa Guglielmo di aver scoperto qualcosa di grosso: ha trovato inoltre il libro misterioso. Malachia ascolta tutto e si mostra preoccupato.

Remigio, Il Nome della Rosa

Remigio accusato di omicidio

A causa della Disputa in corso, il frate è costretto a chiedere a Severino di rinchiudersi in laboratorio con il libro. Adso invece attende il momento giusto per raggiungere i boschi, mentre Remigio deve agire di nascosto per recuperare le lettere di Dolcino. Poco dopo, Bernardo interrompe la Disputa per via di un fatto eccezionale: Remigio è stato trovato in erboristeria con il corpo di Severino. Il monaco è stato ucciso, ma il cellario afferma di essere innocente. Bernardo però intende interrogarlo e processarlo.

Prima di essere trasportato altrove, Remigio chiede ad Adso di informare Anna di quanto accaduto. Guglielmo decide invece di rimanere in erboristeria per esaminare meglio il posto. Bencio lo informa di aver visto Malachia spuntare da un angolo buio della stanza, prima dell’arrivo di tutti gli altri. I due ipotizzano che il bibliotecario possa aver visto chi ha ucciso Severino. Malachia intanto informa Bernardo di aver trovato Salvatore quella mattina con un gatto nero nascosto in un sacco. E gli consiglia alla fine di controllare il mulino della carta.

bencio nome rosa

L’intuito di Guglielmo

Adso raggiunge in tutta fretta il cimitero e mette in guardia Anna dell’arresto di Remigio. Guglielmo invece continua a cercare il libro fra i tomi presenti in erboristeria. Adso scambia un libro in arabo per quello in greco che stanno cercando e quando Guglielmo capisce che stanno perdendo tempo, conclude che qualcuno possa averlo già rubato. Solo in un secondo momento, ricordando le parole di Severino, capisce che in realtà il libro in arabo conteneva il testo misterioso. Qualcuno però lo ha fatto sparire durante la sua breve assenza.

Mentre Bernardo inizia l’interrogatorio pubblico, Adso ricollega le parole di Salvatore all’assenza dell’occitana. Il monaco infatti si trova al mulino e cerca di convincere la ragazza a mangiare l’intruglio, per poi fuggire insieme. Adso intanto la cerca senza sosta ed alla fine decide di utilizzare il loro fischio per individuarla. Una volta all’interno della grotta del mulino, il ragazzo si avventa contro Salvatore e cerca di liberare la ragazza. Il monaco però lo fa finire in un torrente d’acqua che lo spinge lontano ed appena prima dell’arrivo della delegazione. Alla fine della terza puntata, Anna cerca di salvare la ragazza ed uccide una guardia per farla fuggire. Quando un altro soldato le punta il coltello alla gola dell’occitana, è costretta a rimanere a guardare.

malachia nome rosa

Come rivedere la terza puntata de Il Nome della Rosa in replica

Se ti sei perso la diretta del 18 marzo 2019, potrai rivedere l’episodio in replica streaming grazie al servizio di Raiplay. L’accesso è gratuito e può essere effettuato sia con le proprie credenziali sia tramite il profilo social. Lo spazio dedicato alla serie ospita la terza puntata de Il Nome della Rosa e tutti i contenuti precedenti. Nella sezione Extra è possibile invece fruire della visione delle interviste video del cast principale.