OMICIDIO STAZIONE TREVISO, FERMATO UN BARBONE DI ORIGINI CILENE – Le autorità hanno fermato un sospettato, un senzatetto ritenuto responsabile dell’omicidio di Giampietro Piccoli, il barbone di 57 anni ucciso a treviso, nelle vicinanze della stazione di Treviso. Secondo le prime ricostruzioni, la vittima sarebbe stata uccisa con diversi colpi mortali, compiuti mediante l’uso di una bottiglia. Uno dei fendenti avrebbe inoltre raggiunto Piccoli alla testa.

Omicidio stazione Treviso

Il senzatetto fermato per l’omicidio di Giampietro Piccoli sarebbe un 33enne di origini cilene, un erto William Andres Guizzetti. L’uomo è stato individuato dalle autorità già ieri mattina, presso i giardinetti di Sant’Andrea, come sottolinea il Corriere del Veneto.

In base alle immagini della videosorveglianza, Guizzetti avrebbe trascorso la notte vicino ai binari, in una zona adiacente al luogo in cui è stato ritrovato il corpo della vittima.

Le autorità avrebbero analizzato inoltre la dinamica dell’omicidio, concludendo che la vittima è stata colpita con estrema violenza mentre si stava dormendo. Attualmente Guizzetti è stato tradotto nel carcere di Santa Bona.