Paola Manchisi, la 31enne morta di stenti a Polignano a Mare: il caso a Chi l’ha visto

Il caso di Paola Manchisi viene di nuovo approfondito nella puntata di Chi l’ha visto del 17 gennaio 2018. Il programma di Rai 3 approfondisce la morte della 31enne di Polignano a Mare, che ha lasciato sconvolta l’opinione pubblica. Tutto risale a tanti anni fa, quando la ragazza inizia a dimagrire in modo importante ed a vista d’occhio. Amici e parenti iniziano a porsi dei punti interrogativi, anche riguardo alla possibilità che fosse diventata anoressica. Alcuni conoscenti riferiscono però a Chi l’ha visto che in un particolare episodio una delle docenti avrebbe infilato in bocca a Paola Manchisi una banana, aggiungendo alcune parole raccapriccianti:

“Quando ai maiali si mette il cibo in bocca, i maiali mangiano”.

La migliore amica di Paola, Giusy, ha modo di vedere una leggera ripresa nella ragazza durante il quarto anno di scuola. L’anno successivo però la ragazza decide di abbandonare gli studi per via di un voto maggiore assegnato ad una compagna. In base a quanto riferisce Giusy a Chi l’ha visto, la differenza fra i due voti sarebbe stata minima. Secondo quanto appreso dal programma, da quel momento in poi Paola Manchisi sarebbe uscita in tutto solo tre volte. In una di queste occasioni avrebbe partecipato al matrimonio di uno dei parenti, durante il quale avrebbe riferito ad alcuni testimoni che le condizioni della casa in cui viveva la famiglia erano pessime.

Negli anni successivi, alcuni vicini di casa fanno inoltre un esposto perché dall’abitazione della famiglia della ragazza uscirebbero degli scarafaggi. La relazione mette in luce una condizione precaria, in cui sono presenti insetti e topi. In seguito sono stati allertati i servizi sociali, ma le premure di un medico sono state considerate eccessive ed invadenti ed il nome della ragazza è stato assegnato ad un altro. Alcune persone del quartiere avvisano quindi il parroco della zona, che tuttavia non riesce ad entrare in casa.

A settembre è Marlena, un’amica di Paola Manchisi, a chiedere l’aiuto di Chi l’ha visto per capire che cosa stia accadendo alla 31enne. In quell’occasione i giornalisti del programma riescono a parlare con i genitori della ragazza, che tuttavia negano tutto e riferiscono anche che le voci sono sbagliate. Dopo l’intervento del Sindaco e la Polizia municipale finito in fallimento, i genitori si presentano alle autorità e riferiscono che le condizioni di Paola Manchisi sono normali. Dopo un contatto con un assistente dei servizi sociali, viene richiesto un intervento perché qualcuno entri nell’abitazione. In quel momento però la 31enne è già morta. Saverio Manchisi, il padre di Paola, riferisce invece che la ragazza sia uscita diverse volte e che al limite si sia trattato di “cinque, sei, sette anni al massimo”. La figlia mangiava e usciva come voleva e quando è morta pesava 40 kg. Il resto “sono chiacchiere di paese”.