L’udienza preliminare bis contro Antonio Logli, accusato di aver ucciso la moglie Roberta Ragusa, ha vissuto la richiesta dell’imputato di accedere al rito abbreviato. Logli non si è presentato in aula, lasciando che fossero i suoi difensori a parlare, gli avvocati Roberto Cavani e Saverio Sergimpietri.

Il gup di Pisa, riporta una notizia ANSA, ha approvato la richiesta di rito abbreviato. Elsa Iadaresta ha inoltre fissato le prossime udienze. La discussione è prevista per il prossimo 2 dicembre, mentre il 21 avverranno le repliche e la sentenza.

Ancora tutto da definire quindi, a quattro anni di distanza dalla scomparsa di Roberta Ragusa. La casalinga di Gello, scomparsa nella notte fra il 13 ed il 14 gennaio del 2012, non è mai stata ritrovata.

L’avvocato Nicodemo Gentile, legale dell’associazione Penelope e parte civile, ha invece sottolineato che “oggi deve essere il giorno di Roberta, in cui le verrà finalmente data giustizia”.

Alcune voci, non ancora confermate, riferiscono inoltre che Antonio Logli e Sara Calzolaio avrebbero ormai interrotto la loro relazione. L’ex baby sitter, divenuta amante e poi compagna, non avrebbe mai digerito il fatto che Logli “non si separasse dalla moglie”. Lo scrive la Cassazione, come riporta La Repubblica, mentre l’imputato continua a dichiararsi innocente.